Cronaca

Crac Coop, i 5Stelle: "Rispettiamo la sentenza ma la Regione vari norme sui ristori"

Il consigliere comunale Paolo Menis e i consiglieri regionali Andrea Ussai e Cristian Sergo comprendono lo "sgomento dei cittadini e degli ex soci che danni combattono per avere giustizia. Le sentenze possono essere appellate"

Rispettano la sentenza ma vogliono venga fatta chiarezza. Il giorno dopo l'assoluzione dei tre imputati per il crac delle Cooperativa Operaie decisa ieri 19 gennaio dal tribunale di Trieste, il Movimento Cinque Stelle condivide lo "sgomento dei cittadini e degli ex soci che danni combattono per avere giustizia" e che hanno assistito con incredulità alla tanto attesa decisione da parte del foro giuliano. Il consigliere comunale Paolo Menis e i consiglieri regionali Andrea Ussai e Cristian Sergo parlano di sentenze da rispettare ma anche della possibilità che le stesse vengano condotte in appello. 

"Chiarire come sia stato possibile arrivare al crac"

Le vittime del crac, secondo Menis si erano "fidati di un'istituzione che a molti sembrava solida. Combattono da anni per ottenere il risarcimento dei danni dovuti alla perdita dei propri risparmi". Per Ussai e Sergo "va chiarito come sia stato possibile arrivare a un crac di questo tipo. Di sicuro il messaggio che esce da tutta questa vicenda non è edificante per il comparto cooperativo perché di fatto stiamo ammettendo che sui
risparmi dei soci prestatori non bastano i controlli e la vigilanza degli enti preposti, che in questo caso era la Regione".

La Regione vigili

Proprio le criticità legate alla vigilanza, secondo i pentastellati dovrebbero "convincere non solo la Regione ad attuare le norme che per primi
abbiamo sollecitato, e che sono necessarie per ristorare le vere vittime di questo crac, ma anche il mondo cooperativo ad intervenire ulteriormente per risarcire i soci che hanno visto dilapidare i sacrifici di una vita in una serata". 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crac Coop, i 5Stelle: "Rispettiamo la sentenza ma la Regione vari norme sui ristori"

TriestePrima è in caricamento