Cronaca

Coordinamento Studenti Medi: «Nessuno ha minacciato la Lega durante il corteo»

È quanto riportano i responsabili del "Coordinamento Studenti Medi Trieste" in un post pubblicato sulla pagina facebook del gruppo: ««Ci teniamo a precisare che il 5 Maggio siamo scesi per contestare il DDL "Buona Scuola" di Renzi»

«Ci tenevamo anche noi a scrivere qualcosa per questi pagliacci della Lega, che devono inventarsi periodicamente qualcosa di cui lamentarsi pur di ottenere qualche view. I “Rambo” Degli Studenti La data di mobilitazione Nazionale del 5 maggio è stata una data fruttuosa, sia per la grande partecipazione di studenti e insegnanti, sia per i contenuti portati in piazza». È quanto riportano i responsabili del "Coordinamento Studenti Medi Trieste" in un post pubblicato sulla pagina facebook del gruppo.

«A quanto pare - continua il post -  i numeri inaspettati di martedì mattina hanno fortemente spaventato il segretario regionale della Lega Nord Pierpaolo Roberti, che come un pugile alle corde è pronto a qualsiasi colpo. “La Lega Nord è stata bersagliata da minacce di morte” , “ Innegiamenti all' eliminazione fisica degli esponenti Leghisti”, “La devastazione del Gazebo elettorale della Lega Nord” ; questi sono i toni usati dal Segretario Regionale, che forse di udito e di vista non è molto arguto, ma di astuzia si».

«I cori - sottolineano iresponsabili del gruppo - che si sono innalzati durante il corteo, come “ Siamo tutti Antifascisti” o “ Fascisti carogne tornate nelle fogne” , sono partiti a causa della sgradevole presenza di un gruppo di studenti dichiaratamente fascisti, che venuti a provocare tendevano in alto il braccio ( cosa per altro incostituzionale ). L'intero Corteo ha deciso di rispondere così alla provocazione. Se poi il termine “Fascista” è diventato sinonimo di “Leghista” questo non ci sorprende: vista l'alleanza della Lega con Casa Pound è facile che si sentano chiamati in causa».

«Quindi - spiega il Coordinamento Studenti Medi -  non si preoccupino Pierpaolo Roberti e i suoi, nessuno li ha minacciati di “ eliminarli fisicamente”. Durante il corteo non è stata lanciato nessuno di questi “ Slogan Shock”, e quelli lanciati non erano riferiti a loro. Se qualche studente un po' Rambo si è divertito a lanciare un petardo in mezzo alla strada, tranquilli: non recherà loro alcun danno».

«Ci teniamo a precisare - spiegano - che il 5 Maggio siamo scesi per contestare il DDL “Buona Scuola” di Renzi, Le Prove Invalsi e i Presidi Manager, e sempre a favore di una scuola Laica e Multiculturale. Non era intenzione ( e non è stato fatto ) portare L'antifascismo come centro della giornata del 5 maggio. Ma è stato necessario parlarne a causa di alcuni Sgraditi avvenimenti già esposti».

«Per quanto riguarda “La devastazione del Gazebo Elettorale” - ci tengono a sottolineare - , forse sono parole forti per cinque studenti che distribuivano volantini contro il Razzismo e L'omofobia. Siccome né il vostro Gazebo, né i vostri volantini sono stati toccati e nessuno vi ha impedito di procedere con la vostra raccolta firme: siete pregati di smettere di manipolare le informazioni a vostro piacimento e favore».

«Ultima, ma non meno importante, nota che vorremmo fare - concludono - riguarda alcuni commentatori dei Social, che attaccano gli studenti per la loro capigliatura ( cosa grottesca nel 2015 ) chiamandoli per questa “Drogati” “Sporchi” ecc. Forse una scuola dovrebbero ripeterla anche loro. Quella dell'educazione e del rispetto: i pregiudizi per l'aspetto fisico sono cose che vengono chiarite alle elementari. Gli Studenti Rambo porgono i loro scoppiettanti saluti».

Ci tenevamo anche noi a scrivere qualcosa per questi pagliacci della Lega, che devono inventarsi periodicamente qualcosa...

Posted by Coordinamento Studenti Medi Trieste on Sabato 9 maggio 2015

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coordinamento Studenti Medi: «Nessuno ha minacciato la Lega durante il corteo»
TriestePrima è in caricamento