Coppia 50enne arrestata dalla Finanza: in casa una coltivazione di marijuana

I due sono stati fermati per un normale controllo poiché erano in scooter senza casco

I finanzieri della Compagnia di Monfalcone, nel corso di un ordinario controllo coordinato del territorio, nel Comune di San Canzian d’Isonzo, hanno fermato a bordo di uno scooter una coppia di cinquantenni di nazionalità italiana privi di casco, i quali, alla vista dei militari, hanno palesato disagio e, una volta fermati dalla pattuglia, si si sono dimostrati reticenti nel fornire le generalità, manifestando segni di nervosismo.

Il tempestivo ausilio della Sala Operativa, del Comando Provinciale di Gorizia, ha fatto emergere diversi precedenti di polizia, in special modo nel settore degli stupefacenti. La successiva perquisizione personale e dell’abitazione di residenza dei due ha consentito di rinvenire e sottoporre a sequestro 6 piante di marijuana, oltre 2 chili marijuana, diversi grammi di hashish e di eroina, nonché 2.140 euro in contanti e due strutture adibite a serra per la coltivazione della cannabis. Particolare attenzione era stata adottata dagli indagati nell’allestire la piantagione “casalinga” illecita: infatti, per impedire che si diffondesse nell’abitato attiguo al loro appartamento il penetrante odore di cannabis, i due avevano predisposto un apposito filtro di aereazione che evitava il propagarsi del tipico odore delle piante.

In linea con le direttive impartite dal pm di turno Andrea Maltomini, sostituto procuratore della Procura della Repubblica di Gorizia, i finanzieri hanno proceduto all’arresto della coppia per il reato di cui all’art. 73 D.P.R. 309/1990 (produzione, coltivazione ai fini dello spaccio di sostanze stupefacenti). Gli arrestati sono stati immediatamente condotti presso le case circondariali dei capoluoghi giuliano ed isontino, a disposizione dell’Autorità giudiziaria inquirente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riccardo Scamarcio in piazza Unità: battibecco con Telequattro e poi le scuse

  • Tuiach porta in tribunale Parisi ma perde la causa

  • Sara Gama corregge giornalista di Sky: "Trieste è in Venezia Giulia"

  • Brutto incidente in superstrada, due persone a Cattinara

  • Atti osceni in luogo pubblico in corso Saba: nei guai 58enne

  • Uccise Nadia Orlando: si suicida dopo la condanna a 30 anni

Torna su
TriestePrima è in caricamento