Domenica, 13 Giugno 2021
Cronaca

Coronavirus: anche chi va a piedi deve portare l’autocertificazione

Dopo le dichiarazioni di Angelo Borrelli la Protezione Civile diffonde alcuni chiarimenti: “Non approfittarsi della clausola sugli sport all’aperto”. Si raccomanda di informarsi sul web e non intasare i numeri emergenziali

Foto: Aiello

"Si deve uscire lo stretto necessario e anche chi va a piedi deve portare l’autocertificazione", lo ha dichiarato il capo della Dipartimento Protezione Civile Angelo Borrelli. A questo si aggiungono le raccomandazioni per chi fa sport all’aperto: "In caso di incidente è molto più difficile essere curati anche perché bisogna evitare in ogni modo di andare nelle strutture ospedaliere e nelle cliniche private".

A questo link è possibile scaricare il modulo

Così la Protezione Civile FVG sui suoi canali social: "Fare passeggiate e andare a correre al parco non è espressamente vietato dal nuovo decreto se si va da soli, ma con il trascorrere dei giorni e l’aumentare dei controlli ci si è resi conto che molte persone uscivano e rimanevano fuori per molto tempo utilizzando questa scusa. Invece le disposizioni sono chiare e devono essere rispettate: restiamo a casa!".

Si raccomanda inoltre di non abusare dei centralini di numeri di utilità come 800 -500-300 o peggio ancora il 1 1 2 che è un numeroesclusivamente dedicato alle emergenze. 


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus: anche chi va a piedi deve portare l’autocertificazione

TriestePrima è in caricamento