menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, cambiano i servizi della Questura: punto d'ascolto e passaporti a domicilio

Previsto un servizio specifico per le questioni interpretative più complesse relative alle misure di contenimento dell’emergenza sanitaria. Nuove modalità per consegna dei passaporti in casi di assoluta necessità

In questo delicato periodo di restrizioni legate all’ emergenza per Covid 19, la Questura di Trieste è impegnata a rimodellare alcuni servizi per andare incontro alle esigenze dell’utenza. In questa ottica, sono stati implementati i seguenti servizi. Per garantire una migliore informazione ai tanti cittadini che quotidianamente contattano la Questura per essere rassicurati circa la corretta attuazione dei comportamenti previsti dal Governo e dalla Regione in materia di Covid-19, abbiamo implementato il nostro punto di ascolto, prevedendo un servizio specifico per le questioni interpretative più complesse relative alle misure di contenimento dell’emergenza sanitaria in atto.

Punto d'ascolto e passaporti a domicilio

Premesso che è sempre possibile contattare la Questura per richiedere informazioni, dal lunedì al sabato, dalle ore 9.00 alle ore 12.00, telefonando al Centralino (040/3790111) è possibile usufruire di tale servizio dedicato. In alternativa, è possibile scrivere all’indirizzo email: urp.quest.ts@pecps.poliziadistato.it . Ricordiamo, inoltre, che è sempre attivo il servizio di denunce a domicilio, previo appuntamento, per i portatori di handicap e persone con ridotta mobilità e che è possibile segnalarci la commissione di reati specifici mediante l’applicazione della Polizia di Stato “Youpol”. In presenza di particolari situazioni di necessità, è possibile procedere all’acquisizione dell’istanza per il rilascio del passaporto direttamente al domicilio del cittadino, grazie ad una postazione mobile dedicata.

Monitoraggio stalking e violenza domestica

In ultimo, la Divisione Anticrimine della Questura ha attivato un monitoraggio dei casi che hanno portato all’emanazione del provvedimento dell’Ammonimento del Questore per stalking o violenza domestica, ovvero di altre situazioni comunque all’evidenza per tensioni o disagi segnalati. Tale iniziativa, ha l’intento di seguire da vicino le condizioni delle vittime di potenziali violenze ed assicurare loro, mediante un contatto costante con gli attori della rete di cooperazione territoriale, la massima assistenza in questo momento delicato per gli equilibri familiari.

Raccomandiamo, ancora una volta, il rispetto delle note prescrizioni e soprattutto di rimanere a casa. Il Questore Petronzi: “Comprendiamo le difficoltà del delicato periodo. Con queste iniziative, la Polizia cerca, nella erogazione dei servizi di competenza della Questura, di avvicinarsi alle esigenze del cittadino"

Coronavirus, impennata di multe nella domenica delle palme: 68 sanzioni a Trieste

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Fondo Ambiente Italiano: eletto il luogo più bello d'Italia

social

'Enoteche d'Italia': la guida del Gambero Rosso premia anche Trieste

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Ecco il Dpcm anti varianti: che cosa cambia dal 6 marzo

  • Cronaca

    Fedriga: "Situazione allarmante, non escludo nulla"

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento