Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca

Coronavirus, oltre 70mila chiamate al numero verde della Protezione civile

Lo ha reso noto il vicegovernatore Riccardi: "Punto di riferimento fondamentale per i cittadini". Registrate punte di oltre 4000 chiamate al giorno

"Durante questa emergenza sanitaria la Protezione civile si è dimostrata un punto di riferimento fondamentale per i cittadini, non solo per il grande lavoro svolto nell'acquisizione dei materiali per il sistema sanitario e l'attività dei volontari, ma anche per l'informazione e il contatto con i cittadini attraverso il numero verde 800 500 300, i cui operatori hanno gestito in totale oltre 70mila chiamate, con punte di oltre 4.000 al giorno".

Lo ha detto il vicegovernatore del Friuli Venezia Giulia, Riccardo Riccardi, durante l'incontro in videoconferenza con i coordinatori dei volontari della Protezione civile e i sindaci di Arta Terme, Paularo, Tolmezzo, Chiusaforte, Dogna, Malborghetto Valbruna, Moggio Udinese, Pontebba, Resia, Resiutta, Tarvisio, Artegna, Bordano, Gemona Del Friuli, Montenars, Osoppo, Trasaghis e Venzone.

Nell'occasione Riccardi ha voluto porgere al coordinatore del gruppo di volontari di Tarvisio, Egon Concina, il cordoglio e la vicinanza di tutta la Regione per la perdita della madre proprio a causa del Covid-19 e l'auspicio di rivederlo presto con indosso la divisa della Protezione civile, dato che anche lui è stato colpito dal Coronavirus.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, oltre 70mila chiamate al numero verde della Protezione civile

TriestePrima è in caricamento