Coronavirus, connessione lenta in strada del Friuli: "Così è impossibile studiare e lavorare"

Il vicepresidente della circoscrizione Walter Gasperi: "Bisogna prendere in considerazione, passata l'emergenza, una riqualificazione della strada soprattutto dal punto di vista della connessione, un problema che dura da molti anni"

In tempi di pandemia, tra telelavoro e lezioni a distanza, una buona connessione internet diventa un requisito tutt'altro che secondario. In più la simultanea connessione di molti dispositivi rallenta ulteriormente il traffico dei dati in zone, come Strada del Friuli, che avevano problemi già prima dell'isolamento forzato di queste settimane. È quanto segnala Walter Gasperi, vicepresidente della terza crcoscrizione: "In questi giorni tutti gli attori di questo 'dramma' stiamo reagendo al meglio. Per i ragazzi delle scuole si è cercato di risolvere con le lezioni online ma ho avuto tante segnalazioni sul fatto che strada del Friuli, pur essendo una zona molto urbanizzata e non più periferica, non è ben servita dalla linea telefonica".

Strada del Friuli "dimenticata e in pericolo": l'appello delle circoscrizioni (FOTO)

"Lentissima la connessione internet - spiega Gasperi -, i ragazzi e gli adulti in telelavoro hanno notevoli difficoltà. Qualcuno si è attivato con l'hotspot del cellulare, altri hanno contattato compagnie che fanno un servizio via satellite ma bisogna prendere in considerazione, passata l'emergenza, una riqualificazione della strada soprattutto dal punto di vista della connessione, un problema che dura da molti anni".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'esponente del Movimento 5 Stelle spiega che "La cabina principale della Telecom è in Gretta vicino alla scuola Saba, bisognerebbe portarla almeno dal faro fino all'ex dazio, poi continuare verso Prosecco e Contovello. Il problema riguarda sicuramente anche gli amici della prima circoscrizione, che condividono con noi il problema delle strade a rischio cedimento e delle linee telefoniche ed elettriche, che sarebbe opportuno interrare anche nel rispetto del vincolo paesaggistico. Non è certo questo il momento delle polemiche ma di rimboccarsi le maniche per risolvere questa drammatica situazione. Invito chi di competenza - conclude - a non dimenticare questa porzione di città".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid 19: 45 nuovi contagi in Fvg, 11 a Trieste

  • Morto in Costiera, addio al presidente del gattile di Trieste Giorgio Cociani

  • Primo caso a scuola a Trieste, tre docenti e 21 alunni della Gaspardis in quarantena

  • Malore in acqua al Pedocin, morto bagnante di 56 anni

  • Malore in acqua, il giovane alpinista Gianni Cergol non ce l'ha fatta

  • Sfonda la porta di casa del cugino ai domiciliari e l'accoltella: arrestato

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TriestePrima è in caricamento