Coronavirus, Despar: "Negozi resteranno aperti e riforniti, non necessario affollamento"

Resteranno aperti anche i punti vendita che si trovano nei centri commerciali, indipendentemente dalla chiusura degli stessi, in relazione alle altre categorie merceologiche, nei giorni festivi

Despar informa che tutti i punti vendita Despar, Eurospar e Interspar sono aperti, e continueranno ad esserlo in tutte e quattro le regioni in cui l’azienda opera, comprese le zone oggetto dei provvedimenti più restrittivi a seguito dell’emergenza Coronavirus, ovvero le province di Modena, Parma, Reggio Emilia, Rimini, Venezia, Padova e Treviso.

Resteranno aperti, con i consueti orari e tutti i giorni della settimana, anche i punti vendita che si trovano nei centri commerciali, indipendentemente dalla chiusura degli stessi - in relazione alle altre categorie merceologiche - nei giorni festivi. In tutti i punti vendita il rifornimento delle merci è completo e continuativo.

Coronavirus: i sintomi, come si trasmette e come proteggersi

“Si tratta di informazioni importanti - ha dichiarato l’amministratore delegato di Aspiag Service, Francesco Montalvo - al fine di permettere ai clienti di organizzarsi e non andare tutti contemporaneamente a fare la spesa: i nostri negozi, grandi e piccoli, resteranno aperti e riforniti”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’obiettivo di Despar è quello di seguire le norme emanate dal Governo ed è per questo che si stanno adottando gli accorgimenti necessari per rispettare le distanze previste, anche se ciò potrebbe causare alcuni rallentamenti nel servizio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bimbo di 7 anni umiliato a scuola per aver dimenticato l'astuccio, la triste storia di Jacopo

  • Obbligo di mascherina fino al 15 ottobre: Fedriga firma l'ordinanza

  • Schianto nella notte in via Giulia, morto scooterista di 50 anni

  • Covid 19: la Slovenia "declassa" l'Italia a zona arancione

  • Schianto tra i Carabinieri e un'auto: militare a Cattinara

  • Ricercata da cinque anni, faceva la escort a Trieste: arrestata 28enne

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TriestePrima è in caricamento