Coronavirus: estubato il paziente di 38 anni in terapia intensiva a Cattinara

Una buona notizia, comunicata dal direttore dell'emergenza Urgenza Lucangelo al vicegovernatore Riccardi

Finalmente una buona notizia: il paziente di 38 anni in terapia intensiva a Cattinara è stato estubato oggi. Lo dichiara il vicegovernatore Riccardo Riccardi in seguito a un messaggio whatsapp del professor Umberto Lucangelo, direttore dell'emergenza urgenza e accettazione dell'ASUGI. Lucangelo ha dichiarato che si trattava del primo paziente in terapia intensiva a Trieste, ed era arrivato da Cremona. Grande soddisfazione e un sentito ringraziamento da parte di Riccardi al professore e a tutti i suoi collaboratori.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

90964811_1637888613016690_5138766814469160960_o-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morto in Costiera, addio al presidente del gattile di Trieste Giorgio Cociani

  • Primo caso a scuola a Trieste, tre docenti e 21 alunni della Gaspardis in quarantena

  • Malore in acqua al Pedocin, morto bagnante di 56 anni

  • Ubriaco spacca una bottiglia sul bancone del bar e aggredisce i colleghi: tassista triestino denunciato

  • Referendum: Trieste la provincia italiana con la più alta percentuale di no

  • Incidente in galleria Carso: quattro auto coinvolte e strada chiusa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TriestePrima è in caricamento