Coronavirus, si ritrovano per una grigliata: scatta la sanzione

E' successo a Gorizia. "Beccate" sei persone fra cui anche bambini. Circa 300 i controlli effettuati dalla Polizia Locale in città

E' successo a Gorizia: durante la verifica di una segnalazione è stata elevata una contravvenzione a una persona che stava partecipando a una grigliata fra vicini, alla presenza di sei persone fra cui anche bambini. Alcuni di questi e la persona che ha commesso l’infrazione non risiedevano nell’abitazione e, quest’ultima, quindi, è stata sanzionata.
Nel complesso sono circa 300 i controlli effettuati dalla Polizia locale in città, a persone e attività commerciali.

Provvedimenti

Dopo un week end di “fuoco”, a causa del problema code al valico di Sant’Andrea, ora in fase di risoluzione, il sindaco Ziberna ha iniziato la settimana riunendo giunta e dirigenti per fare il punto della situazione e varare alcuni provvedimenti collegati al Coronavirus. Tra questi parcheggi gratis e la predisposizione dei progetti per lo smart working

Parcheggi gratis

 La giunta ha approvato una delibera che consentirà la sosta gratuita nelle zone blu fino al 28 marzo. L’esecutivo ha anche affrontato il tema della sanificazione delle strade e la questione della possibile chiusura dei parchi cittadini. Per quanto riguarda la prima il sindaco precisa che "il Comune di Gorizia non avrà alcun problema e lo farà sicuramente se l'Azienda sanitaria dovesse ritenere necessario o perlomeno opportuno questo intervento. Al momento, l'Azienda sanitaria ha risposto che "non c'è alcuna evidenza scientifica della necessità ed utilità a procedere con tale attività che, infatti, non è raccomandata da nessuna organizzazione sanitaria competente a livello nazionale e internazionale". Per ciò che riguarda i parchi, al momento è stato deciso di intensificare i controlli.

Smart working

 La giunta ha chiesto ai dirigenti di predisporre in tempi rapidi i progetti per lo smart working per poterli attivare al più presto. “Si tratta di una misura molto utile anche per evitare la concentrazione al lavoro di troppe persone- ha sottolineato il sindaco- situazione che in questo momento dobbiamo assolutamente cercare di evitare”. Nel frattempo molti dipendenti sono rimasti a casa utilizzando le ferie arretrate”.

Aprire un valico pedonale per i lavoratori transfrontalieri

I sindaci di Gorizia, Rodolfo Ziberna e di Nova Gorica, Klemen Miklavic, scriveranno ai rispettivi governi per sensibilizzarli sull’opportunità di aprire un valico pedonale, utilizzabile anche con le biciclette, per i numerosi lavoratori transfrontalieri che oggi si trovano in grande difficoltà a causa della chiusura dei confini. Il lavoro congiunto dei due sindaci, che in questi giorni si sono sentiti spesso al telefono ma anche incontrati in piazza Transalpina, anche se divisi dalla rete, è servito molto per sbloccare ola situazione delle code di Tir al valico di Sant’Andrea.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Un pensiero agli ammalati

Il sindaco Ziberna ha telefonato alla famiglia di una delle persone ammalate dopo aver contratto il Covid-19. "E' l'unica famiglia che conosco personalmente e che ha reso noto il contagio- spiega il sindaco- e attraverso questa telefonata ho voluto far sentire la vicinanza della città a questa persona, ancora in ospedale ma sfebbrata, e a tutti i suoi cari. Per questioni di privacy, non conosco il nome delle altre persone contagiate e, per questo, ho pregato il direttore generale di Asugi, dottor Poggiana, di portare loro lo stesso messaggio, con l'augurio che possano guarire al più presto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scomparsa nel 2019, il suo cadavere a Miramare sette mesi dopo: la vittima si chiamava Karin Furlan

  • Referendum: Trieste la provincia italiana con la più alta percentuale di no

  • Incidente in galleria Carso: quattro auto coinvolte e strada chiusa

  • Diciassettenne scomparsa da giorni in Carso, l'appello della polizia slovena

  • Si accascia al suolo in via delle Torri: cinquantenne a Cattinara

  • Malasanità: bimba morta in ospedale, Trieste sede neutrale dell'incidente probatorio

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TriestePrima è in caricamento