menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Infermiera multata in via Pietà, Esatto tira diritto e difende il proprio addetto

"Non possiamo che confermare la correttezza dell’operato. Gli stalli a pagamento sono gestiti dal Comune di Trieste ed Esatto S.p.A. è delegata a riscuoterne i corrispettivi e a verificare la correttezza e la completezza dei pagamenti" così il Direttore Generale

Esatto tira diritto e attraverso le parole del suo Direttore Generale Davide Fermo, difende l'operatore che ha sanzionato l'infermiera in turno all'ospedale Maggiore e responsabile di aver lasciato la propria automobile sugli stalli blu. Dopo la notizia apparsa questa mattina sul web in virtù della segnalazione della stessa professionista sanitaria "in servizio presso il reparto di pneumologia", ecco che la società in house del Comune di Trieste deputata a riscuotere i pagamenti dei parcheggi non ci sta e rimanda le accuse al mittente. 

Leggi la notizia qui

Esatto va avanti per la sua strada

La società infatti non dubita sulle affermazioni dell'infermiera ma precisa "la correttezza dell'operato del nostro addetto" in virtù del lavoro che gli operatori sono chiamati a fare, vale a dire "verificare la correttezza e la completezza dei pagamenti". "In assenza della previsione di esenzioni o agevolazioni da parte dell’Ente gestore - continua la nota - l’operatore non può stabilire di propria iniziativa, sulla base della propria sensibilità, regole e tariffe diverse da quelle vigenti, a prescindere dalla meritorietà e importanza dell’attività lavorativa svolta dal proprietario del veicolo".

Commenti offensivi

Esatto non ha, secondo il Direttore generale, "la possibilità di verificare l'attività lavorativa". Lo sfogo dell'infermiera, dopo essere stato ripreso da diverse testate sul web, è divenuto "virale" e come molto spesso accade - nei giorni dell'emergenza coronavirus con moltissime persone a casa è ancora più manifesto - si è scatenata una tempesta di commenti che la stessa Esatto definisce "gratuitamente offensivi e privi di senso". Si è giunti, secondo i vertici della società in house del comune, ad "augurare disgrazie a un lavoratore che, in un periodo caratterizzato da forte disagio, al pari di tutti i colleghi Esatto S.p.A., continua a svolgere il proprio lavoro, quale incaricato di un pubblico servizio, e merita il dovuto rispetto". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Fondo Ambiente Italiano: eletto il luogo più bello d'Italia

social

Torta morbida cioccolato e cannella: la ricetta

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento