Cronaca

Corregionali nel mondo: Massimo Pezzetta, da panettiere a Osoppo a dj in Cina

Dopo l'uscita di una sua traccia il 22 enne è stato contattato da Maarten Vorwerk, uno dei i più grandi produttori di musica elettronica al mondo

Massimo Pezzetta, 22 anni, un esordio nel mondo del lavoro da panettiere al panificio Soncin di Osoppo, per poi individuare la sua vera vocazione nella console, che gli ha permesso di diventare un Dj in Cina. Una storia che racconta Paola del Degan nella rubrica online Born in Fvg. Massimo racconta il passaggio dalla collezione di dischi del padre alla musica elettronica. La sua prima console risale al 2008, comprata per meno di 100 euro insieme all'amico Gabriele Adotti, che ora lo segue e lo assiste nel baackstage.

Dopo che una sua traccia era uscita per Vous, un'etichetta con sede a Shanghai, è arrivata una mail inaspettata: Massimo viene invitato a suonare al M1nt, uno dei club più esclusivi di Shanghai. Inizia così un rapporto professionale con Maarten Vorwerk, uno dei i più grandi produttori di musica elettronica al mondo.

I segreti del successo, secondo Massimo, sono una linea morale, una 'direzione' sia a livello artistico che personale, e il coraggio di fare scelte estreme, di uscire dai propri schemi, dalle proprie abitudini. Molto importante è poi la pianificazione di ogni passo e la scelta delle persone giuste al proprio fianco. La pazienza è il filo rosso che collega e dà valore a ogni singolo passo compiuto in un progetto.

A marzo è uscito per la Spinnin’ Records il suo brano “You’re the one che in pochi mesi è scoppiato tra i social, ma c’è tanta musica nuova in cantiere per “Mazare” orientata verso il Future Pop Punk. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Corregionali nel mondo: Massimo Pezzetta, da panettiere a Osoppo a dj in Cina

TriestePrima è in caricamento