Ad ottobre torna la Corsa dei Castelli in modalità anti Covid-19: ecco le novità

Previsto un tetto massimo di 400 iscritti per la corsa competitiva di 10 km che si svolgerà la mattina di domenica 18 ottobre. Partenza con la mascherina

Un passo alla volta e anche gli eventi podistici all’aperto tornano ad essere protagonisti nei percorsi che gli competono, ovvero le strade. È da leggersi in quest’ottica il primo timido, ma significativo, ritorno di un appuntamento ormai classico nel panorama delle gare di fine stagione: la Corsa dei Castelli, sul percorso che il prossimo 18 ottobre si snoderà dal castello di Miramare a quello di San Giusto. La Promorun di Michele Gamba, società organizzatrice della manifestazione, nelle ultime settimane ha perfezionato i dettagli logistici dell'evento, lavorando al contempo per portare a Trieste degli atleti di fama internazionale, pronti ad animare la prova sui 10 km. In ottemperanza alle normative antiCovid, però, non si tratterà di un evento uguale a quello delle prime tre edizioni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le novità

La principale novità riguarda il tetto massimo di 400 iscritti per la corsa competitiva di 10 km che si svolgerà la mattina di domenica 18 ottobre. La seconda ha a che fare con la Family Run, il cui percorso è analogo a quello della competitiva ma si conclude sulla Scala Reale, di fronte a piazza dell’Unità. Ogni partecipante potrà percorrere gli 8 km della non competitiva all’ora desiderata, tra le 7 di sabato 17 ottobre alle 19; la domenica invece dalle 11 alle 19, semplicemente indossando la t-shirt della manifestazione. «Siamo giunti a questa decisione dopo che la Federazione ha introdotto la regola delle partenze scaglionate ogni 500 corridori - spiega Gamba -. Abbiamo così pensato di fissare un tetto massimo di poco inferiore, in modo che si sviluppi una competizione classica, con tutti gli atleti pronti a partire alla stessa ora». Tutti i partecipanti dovranno percorrere i primi 500 metri con la mascherina per poi depositarla in appositi contenitori posizionati lungo il tracciato. Per quanto riguarda le iscrizioni alla competitiva, che hanno già raggiunto la metà degli scritti consentiti, gli appassionati possono registrarsi attraverso il sito www.corsadeicastelli.it , in modo da portare a casa il proprio pettorale (sia per la competitiva che per la Family). La Promorun nel frattempo sta lottando contro il tempo per portare a Trieste dei top runner di qualità. Il primo nome è quello del keniano Collins Kiprotich Cheboi, che vanta un notevole personale sui 1500 m di 3'30"34, corso nel 2015, e che nel 2014 ha vinto il titolo iridato nella staffetta 4x1500 metri con la nazionale keniota. Negli ultimi anni Cheboi, classe 1987, ha raggiunto un personale nella maratona di 2h10'56.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Slovenia blocca i viaggi all'estero

  • Visite Rsa e accesso ai teatri e cinema: ecco la nuova ordinanza di Fedriga

  • Stretta in Slovenia, è lockdown a metà: paese diviso in zone

  • "Un caro saluto a tutti i negazionisti": il selfie dalla Terapia intensiva di Cattinara

  • Coronavirus, in Fvg 165 nuovi contagi e un decesso

  • Focolaio in casa di cura ad Aurisina: 18 positivi a Pineta del Carso

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TriestePrima è in caricamento