menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di Giada Genzo

Foto di Giada Genzo

Corsa del ricordo: oltre 200 partecipanti al via per non dimenticare le foibe e l’esodo giuliano-dalmata

Vincono Alberto Sassetti e Federica Bevilacqua (Trieste Atletica). Nella non competitiva presente Mario Depangher, esule, classe 1927

Sono 205 le persone che hanno preso parte oggi a Trieste alla 1.Corsa del Ricordo, con partenza e arrivo in piazza Unità d’ Italia e un percorso che si è snodato sulle Rive, fino al Porto Vecchio per rientrare nel cuore della città. L’evento, collegato al Giorno del Ricordo, istituito per commemorare le vittime delle foibe e l’esodo giuliano-dalmata, data che ricorre il 10 febbraio di ogni anno (Legge 30 marzo 2004, n. 92), è stato organizzato da Asi e Comune di Trieste in collaborazione con Apd Miramar, sotto l’egida di Fidal e Federesuli e con il patrocinio della Camera dei Deputati.

Due i tracciati, uno Challenge competitivo da 10 chilometri e uno Open non competitivo da 5 chilometri.

Primo posto per Alberto Sassetti (Trieste Atletica) in 35:09, secondo Rocco Sorrentino in 35:11, terzo Davide Canetti (Trieste Atletica) in 35:57, prima Federica Bevilacqua (Trieste Atletica) in 37:11, seconda Giulia Schillani (Sportiamo) in 37:32, terza Francesca Lettig (GS Natisone) in 39:36.

Le premiazioni si sono svolte a fine mattinata al Ridotto del Teatro Verdi con un incontro-dibattito e con la musica grazie alla soprano Manuela Kriscak che ha intonato tre brani significativi quali Non Ti Scordar di Me, Mamma e La Rosa del Commiato, accompagnata dalla pianista Natasa Kersevan.

Sono intervenuti al microfono Giorgio Rossi, assessore comunale alla Cultura, Diego Maulu, direttore generale Asi Italia, Roberto Cipolletti, presidente Asi Lazio e ideatore della Corsa del Ricordo, Enzo Esposito, presidente Asi Fvg, Renzo Codarin, presidente nazionale associazione Venezia Giulia Dalmazia e Fabio Carini, presidente Apd Miramar.

Un riconoscimento speciale è stato donato dall’Asi Fvg a Mario Depangher, classe 1927, esule, che ha preso parte al percorso Open.

Premiati, grazie a Revolution Sport, i podi maschili e femminili e anche i runner vincitori di categoria: Stefano Beretta, Ivan Zebochin, Andrea Brancale, Mattia Nonino, Klint Ongari, Alessandro Ambrosi, Francesco Montanelli, Antonio Lionetti, Roman Lukan, Stefano Claut, Andrea Babici, Alessandro Leban, Stefano Pellizzari, Nicola Toniazzi, Riccardo Iancer, Maurizio Millo, Massimo Tomassini, Fulvio Milan, Fulvio Babich, Stefano Cotterli, Mauro Michelis, Francesco Acquisto, Luigi Valentini, Giorgio Bernard, Alfredo Furlani, Giuseppe Alì, Fulvio Fornasari, Gianfranco Burlin, Ruggero Poli. E ancora Alessia Gant, Federica Babuch, Erica Centomo, Caterina Varesano, Chiara Moras, Dorotea Lo Cascio, Michela Biacca, Milena Zocco, Daniela Da Forno, Marina Novel, Federica Maetrzke, Lorena Giurissa, Vesna Petakovic, Elisabetta Gaspardis, Paola Lugnani, Ornella Katunar, Clara Premrù e Gioia De Gioia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

La ricetta della torta mimosa per festeggiare le donne

social

Tradizioni del Carso: perché andar per osmize

social

Cucina tipica: la ricetta della minestra de bisi spacai

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid in Fvg: 661 nuovi casi, scende il tasso di positività

  • Cronaca

    Scuola, genitori in piazza contro la Dad: "È emergenza sociale"

  • Cronaca

    Da lunedì tutto il Friuli Venezia Giulia torna in zona arancione

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento