Lunedì, 20 Settembre 2021
Cronaca Barcola - Gretta

Corso di autodifesa, successo dell’iniziativa: in 100 a Barcola per la prima lezione (FOTO)

Ha riscosso un buon successo la prima lezione del mini-corso di autodifesa, iniziativa creata qualche giorno fa da una triestina sui social e che immediatamente ha ricevuto centinaia di apprezzamenti, "mi piace" e condivisioni

Ha riscosso un buon successo la prima lezione del mini-corso di autodifesa, iniziativa creata qualche giorno fa da una triestina sui social e che immediatamente ha ricevuto centinaia di apprezzamenti, “mi piace” e condivisioni. Donne e uomini di ogni età si sono dunque dati appuntamento alle 19 di lunedì in Pineta (e sarà così ogni lunedì di agosto, fino al 31 compreso) per acquisire strumenti utili in caso di pericolo.

Ad introdurre la lezione il Maestro Walter Brumat: «In queste quattro lezioni verranno insegnate delle tecniche molto semplici che in caso di estrema necessità, come ultima soluzione possibile ci possono permettere di uscire da una situazione di potenziale o di concreto pericolo.

«Prima delle tecniche verranno analizzate - continua - , grazie anche all’aiuto di uno psicologo, il Dr. Jaques Delgado, che mi affiancherà nelle prossime lezioni. le situazioni e i casi tra i più disparati, dando anche consigli pratici su come evitare certe zone, certi atteggiamenti, certe persone, sino a cercare di arrivare ad una situazione diplomatica, in cui si tenti di calmare la potenziale minaccia. In caso ancora non si riesca a risolvere la situazione si tenterà quindi la fuga, chiamando le Forze dell’Ordine. Se proprio sono con le spalle al muro, a quel punto reagisco ed applico una o più tecniche che andremo ad insegnare. Ciò che insegno io non è arte marziale, ma un sistema di combattimento.

«La parte funzionale di ciò - continua -  sta nel fatto che tali tecniche, acquisite in un certo modo, con la metodologia utilizzata in palestra, vengono espresse senza pensarci troppo. La memoria muscolare, infatti, farà quasi automaticamente il suo lavoro. Verranno svolti lavori molto semplici grazie ad alcuni allievi che sono venuti a darmi una mano e che aiuteranno quanti parteciperanno alle lezioni. Le tecniche verranno poi provate in coppia dai partecipanti».

La presidente di Shinryu Karate Trieste nel presentare il corso ha affermato che «sia chiaro, qui si stanno imparando solamente tecniche di difesa. Ciò che viene insegnato come prima cosa in palestra è quella infatti di evitare il contatto e il combattimento, se puoi, scappa. Bisogna evitare, in qualsiasi modo, che si crei la situazione di confronto fisico. Tale corso serve a dare quegli strumenti che permettano alle persone, specie agli adolescenti e alle donne, di poter camminare in città la sera e la notte senza la paura di venire aggrediti e di non sapere cosa fare, riuscendo in tal modo a difendersi».

«La partecipazione è assolutamente positiva e cospicua – continua la presidente. Dopo gli ultimi avvenimenti successi in città, evidentemente, si è sentita la necessità di difendersi. Sino a qualche anno fa in città si poteva girare anche la notte senza problemi, ma visti gli ultimi avvenimenti qualche campanello d’allarme è scattato così’ abbiamo pensato con tale iniziativa di essere utili alla cittadinanza».

Enrica Sfreddo, segretaria della Shinryu Karate Trieste afferma che «la società ha avuto l’idea di questo corso dopo le notizie delle diverse aggressioni e violenze apparse sui media in quest’ultimo periodo, dando una piccola base di difesa, inserendo le diverse tecniche di controllo e di aiuto. Noi ci alleniamo nella palestra dell’Itis, I corsi di karate inizieranno ad inizio settembre, quelli di autodifesa a metà settembre, anche se le lezioni si svolgeranno regolarmente tutto agosto. La partecipazione è buona. Ciò che colpisce è la buona presenza di uomini al corso».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Corso di autodifesa, successo dell’iniziativa: in 100 a Barcola per la prima lezione (FOTO)

TriestePrima è in caricamento