rotate-mobile
Martedì, 9 Agosto 2022
La protesta

Il corteo a sorpresa dei No Green pass invade le vie del centro: traffico in tilt

L'iniziativa organizzata senza il dovuto preavviso alle autorità competenti si è conclusa in piazza Unità, davanti alla Prefettura. Roberti: "Inaccettabile violazione delle regole democratiche"

I No green pass tornano a manifestare lungo le vie del centro. Questa volta lo spazio di Largo Barriera, luogo in cui si sono tenute le ultime manifestazioni statiche, si è rivelato troppo stretto per contenere la rabbia di chi da mesi rifiuta la certificazione verde. E proprio da lì è partito, nel pomeriggio di oggi, il corteo non preavvisato lanciato dal Coordinamento No Green Pass.

Circa un migliaio di partecipanti (dato della Questura), scortati dalla polizia in tenuta antisommossa, si sono riversati nelle vie del centro. I manifestanti hanno attraversato via Carducci, piazza Oberdan, via Ghega, via Roma, via Mazzini, le Rive e, una volta giunti in piazza Unità, hanno continuato la protesta in piazza della Borsa, corso Italia e via Imbriani. Da lì si sono quindi diretti nuovamente in via Carducci, per poi svoltare in via del Coroneo, raggiungere via Fabio Severo, piazza Dalmazia, via Ghega e ancora via Roma. La protesta è terminata in piazza Unità, sotto la Prefettura, dove si sono radunate circa 400 persone.

Quattro i luoghi chiave della manifestazione: le sedi de Il Piccolo e della Rai, dove sono stati intonati cori contro il direttore del quotidiano locale e de Il Messaggero Veneto Omar Monastier e contro i giornalisti, la posta centrale in piazza Vittorio Veneto dove si è levato il coro "posta libera" e il bar Al Foro, dove è partito un lungo applauso. Nel corso della protesta sono stati intonati anche cori contro il presidente del Consiglio Mario Draghi, il governatore del Fvg Massimiliano Fedriga, la polizia e il caro bollette. Diversi i disagi al traffico e ai mezzi di Trieste Trasporti.
 "Quanto accaduto questo pomeriggio a Trieste rappresenta un'inaccettabile violazione delle regole democratiche - ha detto l'assessore regionale alla Sicurezza, Pierpaolo Roberti -. I responsabili e i partecipanti a questa manifestazione non autorizzata vanno perseguiti a norma di legge con la massima severità".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il corteo a sorpresa dei No Green pass invade le vie del centro: traffico in tilt

TriestePrima è in caricamento