rotate-mobile
Domenica, 3 Luglio 2022
La manifestazione / S. Giacomo - Ponziana / Campo San Giacomo

Guerra Ucraina: in 500 in corteo per ricordare i morti (FOTO)

Il corteo da San Giacomo al passeggio Sant'Andrea, è culminato con candele accese e manifestanti distesi a terra per un minuto di silenzio. Tra peluche sporchi di sangue finto e slogan contro Putin, gli ucraini a Trieste manifestano il loro dolore

Circa 500 persone si sono trovate oggi in campo San Giacomo per una manifestazione a favore dell’Ucraina, con l’intento di ricordare i defunti e chiedere la fine della guerra che sta mettendo in ginocchio il paese. L’idea è nata da un gruppo di cittadini ucraini, tra cui Luba Koval, una giovane residente a Trieste, che in questi giorni sta organizzando diversi incontri in città sul tema. Tra loro anche diversi profughi, arrivati in città nelle ultime settimane. Sul posto la Digos e la Polizia locale.

Durante la manifestazione, inizialmente statica, gli organizzatori hanno letto, in ucraino e in italiano, alcune testimonianze scritte dei connazionali che hanno vissuto in prima persona gli orrori del conflitto. Gli organizzatori ai microfoni hanno lanciato un appello: “Veniamo a Trieste e parliamo italiano, sloveno, inglese, ucraino, russo, polacco e altre lingue, siamo in contatto con diverse associazioni triestine, pubbliche e private, il nostro telegram è Trieste Emergenza Ucraina. Se qualcuno di voi ha la possibilità di unirsi a noi solo per delle informazioni o dare aiuti, fisici o finanziari, per favore contattateci”.

In prima fila anche alcuni bambini, che hanno simbolicamente deposto a terra dei peluche sporchi di sangue finto, per ricordare i piccoli coetanei periti sotto le bombe. Sono stati pronunciati slogan contro Putin e non è mancato un momento di tensione quando una signora ha preso la parola al microfono: “Io vengo dall’ovest dell’Ucraina, forse la parte più nazionalista del paese, e vi dico che non bisogna coltivare l’odio verso i russi, non conta la lingua, contano solo le persone”. Discorso che non è stato colto con favore da una parte della folla, da cui sono arrivate grida di dissenso (qui il VIDEO).

A parte questa parentesi, la manifestazione è stata pacifica e solenne e i partecipanti si sono diretti in corteo, reggendo candele votive, lungo via San Marco per poi arrivare fino al passeggio Sant’Andrea, davanti al cinema Ariston. Qui sono stati deposti i ceri accesi e i manifestanti si sono distesi a terra e hanno osservato un minuto di silenzio per onorare i caduti, in troppi casi amici e parenti, rimasti in patria.

Manifestazione Ucraina a San Giacomo

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Guerra Ucraina: in 500 in corteo per ricordare i morti (FOTO)

TriestePrima è in caricamento