Josè Luis Galar si aggiudica la sesta edizione dei Corti dei Fabbri

Il regista spagnolo ha vinto nella categoria "professionisti" con "Leonardo dies". Tra i “giovani” si è imposto “Prima che diventi buio” di Mattia Riccio.

Sabato, 26 settembre, presso il cinema Fellini di Trieste si è svolta la sesta edizione della rassegna concorso internazionale dedicata all’arte del cortometraggio “I Corti dei Fabbri” organizzata da Ugo Puglisi e presentata in collaborazione con Francesca Cattarini. 145 le opere regolarmente iscritte provenienti da tutta Italia e da numerosi paesi europei, 10 le finaliste selezionate e divise in due categorie: quella dedicata ai lavori dei “giovani”, fino ai 35 anni di età, e quella dei “professionisti”, senza limiti di età. La sala, nel rispetto delle regole anti Covid, ha raggiunto il massimo della capienza disponibile, ciò dimostrando quanto gli appassionati siano ormai affezionati all’evento.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I vincitori

La vittoria nella categoria “professionisti” è andata a “Leonardo dies”, una produzione spagnola che ha sviluppato un soggetto originalissimo prendendo spunto da una delle opere pittoriche più famose di Leonardo da Vinci, “L’ultima cena”, regista Josè Luis Galar; nella categoria “giovani” si è imposto “Prima che diventi buio”, un’opera ben strutturata e recitata, con un finale drammatico sconvolgente, girata dall’emergente Mattia Riccio. Il trofeo Minotaurus è stato vinto da Lorena Costanzo, con il suo “Apophis 99942”, ambientato nel prossimo futuro che pone l’accento sul rispetto per l’ambiente e sorprende con un finale a sorpresa, lo stesso cortometraggio si è altresì aggiudicato il premio del pubblico. Di grande interesse l’intervista all’attore Paolo Massaria che, con la sua contagiosa simpatia, ha raccontato al pubblico del cinema Fellini la propria esperienza maturata nel mondo del cinema, che lo ha visto collaborare anche a grandi produzioni, di recente ingaggiato dal maestro Salvatores. L’appuntamento si rinnova al prossimo anno con quella che sarà la settima edizione della rassegna concorso.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Slovenia blocca i viaggi all'estero

  • Visite Rsa e accesso ai teatri e cinema: ecco la nuova ordinanza di Fedriga

  • Fedriga firma l'ordinanza: ecco le linee guida per la gestione dei contatti a scuola

  • Stretta in Slovenia, è lockdown a metà: paese diviso in zone

  • "Un caro saluto a tutti i negazionisti": il selfie dalla Terapia intensiva di Cattinara

  • Coronavirus, in Fvg 165 nuovi contagi e un decesso

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TriestePrima è in caricamento