menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Trieste città dei giovani", Cosolini: «Ad aprile bando per gli appartamenti in zona Urban»

Presentati quattro progetti del Comune per gli under 35. 60 appartamenti Urban, spazio nel padiglione ralli, bando per le imprese e "tilt digital hub"

60 appartamenti nella zona Urban, uno spazio nel padiglione Ralli di San Giovanni, un bando per le imprese under 40 e un digital hub tecnico scientifico. Sono queste quattro nuove opportunità con le quali il Comune di Trieste vuole dare un segno forte e puntare sempre più su una città aperta ai giovani.  Mercoledì 24 febbraio nella sala del Torchio di via Capitelli 8, il sindaco Roberto Cosolini ha illustrato la valenza delle quattro interessanti iniziative già avviate e seguite dall'Amministrazione comunale, nuove concrete opportunità per i giovani della nostra città.

Restituiti al Comune di Trieste dall'Agenzia regionale per lo studio, i 60 appartamenti della zona Urban si suddividono in 34 monolocali (68 posti letto, adatti ad uso foresteria per studenti e ricercatori) e 26 bilocali e trilocali (65 posti letto di cui 6 attrezzati per disabili, adatti a single, coppie o piccoli nuclei familiari) e ancora 10 spazi al piano terra (di cui 5 attrezzati per disabili, adatti ad attività economiche e commerciali). Entro aprile sono previsti i bandi per gli appartamenti che andranno a realizzare un vero e proprio quartiere dei giovani.

Gli appartamenti, che vanno dai 30 metri quadri (i monolocali) fino ai 50 metri quadri (i trilocali) avranno dei canoni "fuori mercato", ma l'accordo prevederà che gli occupanti, in particolare per i trilocali, diano la loro disponibilità un paio d'ora per settimana per servizi di volontariato volti a mantenere la zona pulita e decorosa.

Interessante pure la soluzione destinata a progetti under 35  all'interno del padiglione Ralli di San Giovanni, dove un'intera area (circa 600 mq) sarà destinata ad accogliere progetti di cultura, volontariato e lavoro di giovani sotto i 35 anni.

Di rilievo anche lo stanziamento (250 mila euro) previsto a bilancio dal Comune di Trieste, che consentirà di sostenere le imprese giovani con una apposito bando per i contributi. I destinatari saranno le imprese costituite da under 40, che potranno ottenere contributi del 40% (minimo 6 mila euro su una spesa di 15 mila, massimo 20 mila su una spesa di 50 mila) per opere edili ed impianti, per l'acquisto di beni aziendali o servizi, per spese di progettazione, direzione lavori e collaudi, o ancora per spese per atti notarili o imposte relative all'intervento. Punteggi premianti  saranno legati anche all'innovatività del progetto d'impresa, all'abbattimento delle barriere e alla riqualificazione energetica. 

Infine un'opportunità più tecnologica: “TILT: Digital Hub Tecnico Scientifico”. Il primo distretto territoriale dedicato alla ricerca e sviluppo dell'information tecnology e alla formazione di un ecosistema di start up e talenti imprenditoriali che possano attrarre investimenti nazionali e internazionali. La presentazione del distretto - che si avvale del contributo di Teorema Engeneering, Area Science Park, Microsoft Italia, Comune di Trieste e Università degli Studi di Trieste - è prevista per martedì primo marzo, anche con diretta streaming, dal teatro Giuseppe Verdi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

"Brodo brustolà", antica ricetta della tradizione contadina triestina

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento