Cosolini ai soci Coop: «Impossibile far slittare pagamento Tari 2014»

I soci avranno nuovamente a disposizione gratuitamente la struttura del PalaChiarbola per un'altra assemblea informativa. Offerto uno spazio in centro città dove poter svolgere la consueta attività di informazione agli associati

Incontro questo pomeriggio (lunedì 2 febbraio) tra il sindaco Roberto Cosolini e una delegazione di soci delle Coop Trieste Istria e Friuli.

Tra i punti  all'ordine del giorno, la richiesta dei soci Coop di far slittare il pagamento della Tari del 2014, previsto per il 28 febbraio, un ulteriore slittamento al quale però il Comune di Trieste non può purtroppo fare fronte. Se infatti a ottobre 2013 tale provvedimento era stato preso per fronteggiare un'indisponibilità economica improvvisa e imprevista, arrivata proprio alla vigila della scadenza della tariffa, oggi un tale provvedimento generalizzato non può più essere reiterato.

Nonostante ciò, il sindaco Cosolini si è comunque impegnato a chiedere invece al Consiglio comunale di far slittare il pagamento della Tari 2015 di qualche mese,  per cercare di evitare in questo modo che i due pagamenti siano troppo ravvicinati (il pagamento della prima rata della Tari per l'anno 2015 è infatti attualmente fissata al 31 maggio n.d.r.).

Il sindaco ha confermato inoltre che, qualora ne avessero bisogno, i soci avranno nuovamente a disposizione gratuitamente la struttura del PalaChiarbola per un'altra assemblea informativa. Offerto anche uno spazio in centro città dove poter svolgere la consueta attività di informazione e supporto agli associati, un'alternativa quest'ultima alla sede provvisoria utilizzata fino ad oggi e che sarà probabilmente disponibile già all'inizio della prossima settimana.  

A margine dell'incontro il sindaco Roberto Cosolini  si è detto anche disponibile a promuovere  come Comune un ciclo di conferenze informative sulle diverse forme di risparmio esistenti, per cercare di dare delle indicazioni utili e precise a coloro che a giugno si troveranno con la liquidità restituita e  potranno scegliere una valida alternativa di deposito per i propri risparmi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Non si potrà fare nulla senza di noi": anche a Trieste i manifesti contro Di Maio

  • Coronavirus, dichiarato lo stato d'emergenza in FVG

  • Blocco totale in Regione, ecco l'ordinanza di chiusura

  • Schianto fatale in moto a Monfalcone: morto un 38enne triestino

  • Far west in strada per Opicina, fugge all'alcoltest e aggredisce un carabiniere: arrestato

  • Emergenza Coronavirus, chiude l'Università di Trieste

Torna su
TriestePrima è in caricamento