Solidarietà a Parigi, presidio sotto il Consolato francese sulle note della Marsigliese

Il Sindaco Cosolini e il console onorario di Francia Christia Leggeri invitano i cittadini a esprimere la propria solidarietà nei confronti del popolo francese. Domenica 15 novembre alle 17.30 si ascolterà la Marsigliese. Cosolini: «Profonda commozione e massima vicinanza alla città di Parigi»

«Profonda commozione e massima vicinanza alla città di Parigi e a tutto il popolo francese per i terribili atti terroristici subiti, che sono un attacco a tutta l'umanità e ai valori universali alla base della nostra convivenza civile che la Francia da sempre insegna al mondo». Queste le parole espresse dal Sindaco Roberto Cosolini a nome della città di Trieste.

«Ogni parola di violenza e di odio detta oggi rappresenta la vittoria del terrorismo e noi non vogliamo in nessun modo alimentare questo clima di terrore, perchè la paura è la prima limitazione della libertà» continua Cosolini. «Per questo motivo invitiamo, d'intesa con la Console di Francia a Trieste Christia Leggeri, tutti i nostri concittadini e le nostre concittadine a ritrovarci domani, domenica 15 novembre, alle ore 17.30, in piazza dell'Unità sotto il consolato francese per ascoltare poi tutti insieme in silenzio la Marsigliese, che sarà eseguita grazie alla preziosa collaborazione della Casa della Musica».

«Chi lo desidera potrà inoltre testimoniare la propria solidarietà al popolo francese firmando su un quaderno che sarà disponibile nell'atrio d'ingresso del Municipio, da lunedì, a partire dalle ore 10».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blocco totale in Regione, ecco l'ordinanza di chiusura

  • Coronavirus: un caso sospetto a Monfalcone, ma il test è negativo

  • L'allarme coronavirus tra ordinanze, dubbi e chiusure: tutti gli aggiornamenti in regione

  • Forti dolori addominali e in stato d'agitazione, 19enne intossicato finisce a Cattinara

  • Coronavirus, dichiarato lo stato d'emergenza in FVG

  • Emergenza Coronavirus, chiude l'Università di Trieste

Torna su
TriestePrima è in caricamento