Domenica, 13 Giugno 2021
Cronaca Strada Costiera

Costiera, crolla il ponteggio: cantiere sotto sequestro e strada chiusa

L'incidente avvenuto domenica 29 ottobre rischia di bloccare l'ingresso della città per diverso tempo: fratture multiple, un trauma toracico e vertebrale per l'operaio

foto di un lettore

La strada Costiera resterà chiusa a tempo indeterminato. Una svolta inaspettata e una tragedia sfiorata. Infatti ieri, domenica 29 ottobre, nel corso dei lavori di messa in sicurezza una parte "in quota" della parete rocciosa vicina alla Galleria naturale, nota come il "naso di Dante", una parte della struttura allestita da qualche settimana ha ceduto e un operaio domenicano di 42 anni è precipitato da un'altezza di 5 metri. 

Subito sul posto sono accordi Vigili del fuoco e 118, erano le 15 circa: l'uomo, J.B.P., è stato stabilizzato sul posto e trasportato in codice giallo all'ospedale di Cattinara; per lui fratture multiple, un trauma toracico e vertebrale, ma non è in pericolo di vita nonostante sia rimasto schiacciato da diverso materiale di cantiere. 

I lavori sono stati quindi sospesi, ma non solo per permettere ai soccorsi di prestare le cure al ferito, ma per volere della magistratura che ha sequestrato il cantiere: quindi la strada, a differenza di quanto inizialmente stimato, non è stata riaperta alle 19, bensì resterà chiusa a tempo indetemrinato. 

Secondo Fvg Strade l'impalcatura non avrebbe retto il peso delle reti che la ditta avrebbe dovuto installare sulla parete a evitare la caduta di massi sulla strada. Si profila comunque uno stop prolungato che metterà di certo in crisi la viabilità triestina lungo le "alte", ossia la provinciale 35 (e di conseguenza via Commerciale) e strada del Friuli. 

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Costiera, crolla il ponteggio: cantiere sotto sequestro e strada chiusa

TriestePrima è in caricamento