Cade e si fa male in Costiera, dodicenne all'ospedale

L'episodio è successo intorno alle 18.20 e ha coinvolto un ragazzino di circa 12 anni. A dare l'allarme la madre che si trovava con lui nella spiaggetta di Santa Croce. Intervento della Guardia Costiera e del personale Opsa della Croce Rossa

Sarebbe caduto accidentalmente il ragazzino di 12 anni che oggi pomeriggio intorno alle 18.20 è stato trasportato in ospedale dopo essere stato soccorso dagli uomini della Guardia Costiera nei pressi della spiaggia di Santa Croce. 

È stata la madre a dare l'allarme e a chiamare il 112 dalla zona dove il giovane era caduto. Sul posto quindi è intervenuta una imbarcazione della Capitaneria di Porto di Trieste che, durante il fine settimana, ospita personale Opsa della Croce Rossa. 

Sono stati proprio loro, come da foto, a prestare le prime cure al ragazzino che è stato trasportato fino alla baia di Grignano e da qui in ospedale a bordo di una ambulanza del 118. Il giovane avrebbe lamentato da subito dei giramenti di testa, così come da comunicazione della Guardia Costiera. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Non si conoscono ancora le cause della caduta. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fvg circondato dalla paura: in Slovenia reintrodotta la quarantena, in Veneto restrizioni da lunedì

  • Bollo auto, chi paga e chi no: le informazioni sulle esenzioni

  • Il virus in Croazia preoccupa Lubiana, al vaglio l'ipotesi di toglierla dalla lista dei paesi sicuri

  • Come ottenere la carta d'identità elettronica a Trieste

  • Caso positivo fa scattare una trentina di tamponi a Trieste: altri sette contagi

  • Scomparsa una bambina di sei anni in Carso: ricerche in corso

Torna su
TriestePrima è in caricamento