La Regione valuta la stretta: nel mirino il caffè fuori dai bar e le cene tra amici

Secondo quanto anticipa Il Gazzettino, oltre all'operazione tamponi di massa il Friuli Venezia Giulia starebbe valutando la possibilità di nuove restrizioni

All'orizzonte spuntano nuove restrizioni per i residenti in Friuli Venezia Giulia. Secondo quanto anticipato da Il Gazzettino nella mattinata di oggi 23 novembre, l'attesa ordinanza regionale sul nuovo piano di tracciamento per i sei comuni finiti nel mirino a causa dell'elevata diffusione del Coronavirus all'interno dei loro territori dovrebbe contenere anche nuove limitazioni. 

Nella conferenza stampa convocata da Massimiliano Fedriga e Riccardo Riccardi questa mattina alle 11:30 potrebbero essere confermate le nuove restrizioni che riguardano soprattutto la socialità e la mobilità quotidiane. "Secondo quanto si apprende dai vertici della Regione - scrive Il Gazzettino - non sarà più possibile recarsi da un amico o da un conoscente". Dovrebbe rimanere la possibilità di recarsi in visita dai propri famigliari. Infine, sempre come riporta il quotidiano veneto-friulano, anche le consumazioni da asporto potrebbero finire nel mirino della nuova ordinanza. Potrebbe infatti scattare il divieto di consumare "cibi e bevande per strada dopo l'acquisto". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Zona arancione da domenica in Friuli Venezia Giulia

  • Fvg in zona gialla fino a venerdì poi la stretta: possibili nuovi parametri, rischio rosso

  • Calci e pugni in faccia a una 13enne, la madre: "Sta malissimo"

  • Cadono in moto in galleria San Vito: grave il passeggero

  • Possibile stato d'emergenza fino ad aprile, e intanto il Fvg rischia la zona rossa

  • "Stop asporto dalle 18 nei bar e regioni ‘chiuse’ in zona gialla", Speranza presenta il nuovo Dpcm

Torna su
TriestePrima è in caricamento