Il coronavirus a Cattinara, personale sanitario positivo a Medicina d'urgenza

L'Azienda Sanitaria non smentisce e prepara un comunicato stampa. All'origine potrebbero esserci tamponi falsi negativi. La notizia è in aggiornamento

Il reparto di Medicina d'urgenza al sesto piano dell'ospedale di Cattinara sarebbe stato raggiunto dal CoViD-19. La struttura, che fa parte del Pronto Soccorso, sarebbe stata interessata da alcuni tamponi risultati positivi. All'interno del reparto diretto dal primario Franco Cominotto, risulterebbero essere stati contagiati anche personale medico e infermieristico. La conferma dovrebbe arrivare dalla stessa Azienda Sanitaria impegnata nella redazione di un comunicato.  

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La nota dell'Asugi

Al momento non è ancora possibile ricostruire la catena che ha "portato" il coronavirus all'interno del reparto. Alcune supposizioni - e che rimangono tali fino a prova contraria - condannerebbero i risultati dei tamponi. Quando i pazienti giungono a Cattinara vengono infatti sottoposti al test che, a seconda dell'esito, portano al trasferimento degli stessi in due rispettive direzioni. Quando il tampone è positivo i pazienti vengono portati all'ospedale Maggiore (riferimento per il CoViD-19 a Trieste), mentre i negativi vengono trasferiti in altri reparti dell'ospedale di Cattinara. All'origine del tutto potrebbero esserci quindi alcuni tamponi considerati falsi negativi.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morto in Costiera, addio al presidente del gattile di Trieste Giorgio Cociani

  • Malore in acqua al Pedocin, morto bagnante di 56 anni

  • Ubriaco spacca una bottiglia sul bancone del bar e aggredisce i colleghi: tassista triestino denunciato

  • Referendum: Trieste la provincia italiana con la più alta percentuale di no

  • Scomparsa nel 2019, il suo cadavere a Miramare sette mesi dopo: la vittima si chiamava Karin Furlan

  • Incidente in galleria Carso: quattro auto coinvolte e strada chiusa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TriestePrima è in caricamento