Venerdì, 25 Giugno 2021
Cronaca Via dell'Orologio

Covid, Fedriga: "Rt in calo, possibile ritorno in zona gialla dalla prossima settimana"

“Importante non abbassare la guardia ma essere ancora più attenti. Il Governatore avrà nel pomeriggio un incontro con i presidenti di Regione, dove si parlerà anche di eventuali chiusure degli impianti sciistici

Cala il tasso di contagiosità del Covid in Fvg e il governatore Fedriga è speranzoso: "Ipotizzo un ritorno alla zona gialla a partire dalla prossima settimana. Se così dovesse essere è importante non abbassare la guardia perché il peso sui ricoveri in terapia intensiva e area medica è ancora significativo, motivo per cui non escludo ulteriori ordinanze con misure più restrittive ma puntuali, che circoscrivano il contagio ma impattino il meno possibile sulle realtà economiche". 

"Abbiamo avuto 4502 contagiati in più nella settimana appena passata - ha spiegato in conferenza stampa il governatore -, ossia 915 in meno rispetto a quella precedente (dati al netto dei tamponi pregressi, comunicati nei giorni scorsi ma relativi a settimane precedenti, ndr). Anche se il dato non è direttamente incidente sull'Rt, che tiene conto dei sintomatici, è comunque un buon segno".

Il Governatore parteciperà nel pomeriggio alla riunione dei presidenti di Regione, in cui sarà impostata una linea comune nelle risposte da chiedere al Governo. In particolare si affronterà il tema del turismo invernale: “Siamo disponibili a chiudere gli impianti sciistici a determinate condizioni – ha detto il presidente – se l'Austria deciderà di tenere aperti gli impianti sciistici, chiudere i nostri significherebbe soltanto rovinare la nostra economia (molti dei nostri impianti rischierebbero di non riaprire mai più) senza proteggerci dai contagi, che invece importeremmo dall'Austria e da altri paesi. Pretendiamo un impegno condiviso a livello europeo. Se chiuderemo pretenderemo anche ristori poderosi e con tempi certi. Da parte nostra abbiamo già stanziato per le imprese 85 milioni di euro, la cifra più alta in Italia in rapporto alla nostra popolazione”.

Riguardo al piano vaccini Fedriga e Riccardi hanno assicurato che il piano è già stato consegnato al commissario Arcuri, comprensivo della richiesta di frigoriferi in grado di conservare il vaccino americano alla necessaria temperatura di -80 gradi rimarcando comunque il fatto che l'Ema (agenzia europea per i medicinali) non ha ancora dato l'ok alla distribuzione.

In chiusura il vicepresidente con delega alla Salute Riccardo Riccardi, dopo aver fornito alcuni dati relativi all'andamento della pandemia, ha elencato le strutture alberghiere che ospiteranno i positivi al Covid per la quarantena. In particolare, a Trieste il Park Hotel di Muggia è già stato assegnato ai pazienti che necessiteranno cure sanitarie, mentre l'Hotel Italia, il Colombia e il Theresia si metteranno a disposizione dei pazienti asintomatici.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid, Fedriga: "Rt in calo, possibile ritorno in zona gialla dalla prossima settimana"

TriestePrima è in caricamento