rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Cronaca

In sette giorni contagi raddoppiati, numeri come un anno fa: in Fvg esplode il caso Trieste

Il pronto soccorso di Cattinara è in affanno. Scoppiano focolai legati sia ai cortei no green pass che in altri contesti. La curva sale molto rapidamente e non scende. Arriva l'ordinanza che vieta piazza Unità. Pesanti sanzioni per gli organizzatori. Con i vecchi criteri il capoluogo finirebbe dritto dritto in zona rossa. Cosa sta succedendo a Trieste?

Nell'analisi dei dati epidemiologici relativi al Friuli Venezia Giulia il "caso" Trieste tiene banco e non sembra avere nessuna intenzione di svanire. Maglia nera dei contagi regionali e capitale del dissenso anti green pass, nell'ultima settimana il capoluogo giuliano vive un progressivo aumento dei nuovi casi e del tasso d'incidenza. Numeri che, se invece dei ricoveri ci fosse ancora il criterio dell'incidenza dei contagi, farebbero finire la città dritta dritta in zona rossa. A preoccupare la task force Covid Fvg guidata dal professor Fabio Barbone è, assieme al raggiungimento dell'occupazione del 10 per cento delle terapie intensive, soprattutto il raddoppio dei casi positivi per tamponi effettuati. "Nell'ultima settimana - così Barbone - in regione abbiamo registrato 1534 nuovi positivi, numeri che portano l'incidenza del contagio a 128 persone ogni 100 mila abitanti". 

Tamponi e focolai: i dati dell'ultima settimana

La nostra regione effettua, assieme al Veneto e alla Provincia autonoma di Bolzano, un numero molto elevato di test. I dati di oggi 1 novembre (lunedì, giorno in cui solitamente i numeri sono sempre più bassi rispetto agli altri giorni della settimana), raccontano di 1535 tamponi molecolari e di quasi 4200 rapidi antigenici. L'aggravamento della situazione per quanto riguarda Trieste parla anche di un focolaio di 93 persone che hanno autodichiarato al Dipartimento di Prevenzione di aver preso parte ai cortei contro la certificazione verde, andati in scena a Trieste nell'ultimo periodo. "Sono tutti soggetti non vaccinati - sempre il capo della task force regionale -, non hanno mai utilizzato mascherine durante le manifestazioni, non hanno tenuto alcun distanziamento, sono stati a contatto gomito a gomito per molte ore in situazioni che favoriscono la diffusione del contagio". 

Il "caso" Trieste: "La curva sale molto rapidamente"

In minima parte vi sono anche persone che "per obblighi di lavoro" (forze dell'ordine e giornalisti) hanno partecipato ai cortei e hanno avuto contatti con i manifestanti. "Dei 1534 nuovi casi in regione, Trieste ne registra più di 800, un numero raddoppiato rispetto alla settimana precedente. L'aumento è esponenziale, la curva sale molto rapidamente e scende molto lentamente. Ogni 100 mila abitanti i contagi sono ormai 350. L'andamento è preoccupante". Sono numeri, secondo la Regione, che fanno tornare il Fvg ai mesi incubo della primavera del 2021 e dell'autunno 2020. L'antivaccinismo da nordest, inoltre, ha fatto il resto. "In regione la copertura vaccinale è inferiore di alcuni punti del dato nazionale. Trieste è cinque punti sotto il dato regionale". La dottoressa Gianna Zamaro ha detto che i non vaccinati a Trieste sarebbero circa 70 mila. Un numero che preoccupa sia la Regione che il Dipartimento di Prevenzione di Asugi. 

La preoccupazione del mondo sanitario

Ed è proprio sul fronte della prevenzione che il dottor Barbone ha voluto concludere il suo intervento: "I fattori di rischio sono noti ed eliminabili. In questo momento la variabile tempo è fondamentale. Dobbiamo evitare il rischio evitabile in minor tempo possibile". Oltre alla raccolta firme e agli sfoghi istituzionali, è anche e soprattutto l'apparato sanitario che chiede un intervento per contenere la crescita dei contagi e veder restituita un po' di serenità professionale. Un esempio su tutti potrebbe essere rappresentato dal pronto soccorso dell'ospedale di Cattinara. Nella serata di ieri 31 ottobre, secondo indiscrezioni, la struttura avrebbe infatti rischiato la chiusura. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In sette giorni contagi raddoppiati, numeri come un anno fa: in Fvg esplode il caso Trieste

TriestePrima è in caricamento