Sabato, 23 Ottobre 2021
Cronaca

Crisi Burgo, UGL: «Ferie forzate, lesa dignità e volontà dei dipendenti»

Lo rilevano in una nota Robert Stewart - Segreteria Provinciale Ugl Carta e stampa e Adriano Valle - Segreteria Regionale Ugl carta e stampa: «A seguito della comunicazione odierna che pone in ferie forzate i dipendenti fino a nuova comunicazione dello stabilimento Burgo di Duino, esprimiamo il proprio dissenso per quanto deciso dall'azienda»

«Le scriventi Segreterie Provinciale e Regionale UGL carta e stampa, a seguito della comunicazione odierna che pone in ferie forzate i dipendenti fino a nuova comunicazione dello stabilimento Burgo di Duino, esprime il proprio dissenso per quanto deciso dall'azienda».

Lo rilevano in una nota Robert Stewart - Segreteria Provinciale Ugl Carta e stampa e Adriano Valle - Segreteria Regionale Ugl carta e stampa.

«Tale comportamento - continuano -  lede, in primis, la dignità e la volontà dei dipendenti che in assemblea hanno manifestato la propria volontà di continuare nella loro civile protesta contro il procedimento di licenziamento collettivo di ben 153 dipendenti e, denota, mancanza di rispetto anche per quelle Istituzioni, provinciali e regionali, che invece hanno deciso di affiancare i lavoratori al fine di trovare altre soluzioni al posto del licenziamento stesso».

«La scelta dell'Azienda - concludono -  di fermare la produzione, ci fa pensare che non ha nessuna intenzione di sedersi al tavolo e di trovare una soluzione bensì di voler imporre a tutti i costi un procedimento di licenziamento al quale ci opponiamo con tutte le nostre forze. Ai dipendenti chiediamo infine di non cedere a queste pressioni e ti tenere la linea presa, semmai, a questo ricatto, rispondere con un blocco totale, linea che avremmo voluto fin dall'inizio».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crisi Burgo, UGL: «Ferie forzate, lesa dignità e volontà dei dipendenti»

TriestePrima è in caricamento