menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Critiche di Roveredo, Dipiazza: «Si ricordi che quando era in carcere abbiamo aiutato sua famiglia» (VIDEO)

Salace risposta del sindaco Roberto Dipiazza alle parole scritte da Pino Roveredo su un quotidiano locale: «Volevo ricordale, Pino Roveredo, che quando lei era in galera io e mia sorella abbiamo aiutato la sua famiglia, i suoi figli e la sua signora. Qualche volta bisognerebbe avere il coraggio di stare zitti»

Il sindaco Roberto Dipiazza risponde come suo solito, dalle piazze di Trieste, allo scrittore Pino Roveredo e alle sue parole scritte in un trafiletto di un giornale locale.

Dipiazza ricorda nel video che vi proponiamo, e che lo stesso sindaco ha pubblicato sulla sua pagina Facebook, che quando il Roveredo si trovava in carcere per scontare una pena detentiva, lo stesso Roberto Dipiazza e sua sorella hanno avuto modo di aiutare la famiglia dello scrittore, e in particolare la moglie e i figli.

Conclude poi il video con la massima: «La parola è d'argento, ma il silenzio d'oro».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Allegati

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Torta rustica di polenta e verdure: la ricetta

social

Come cucinare una carbonara perfetta: la ricetta originale

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid: calano isolamenti e ricoveri, a Trieste 167 contagi

  • Cronaca

    Vaccini: sospese le prenotazioni per gli under 60

  • Cronaca

    La Croazia riapre ai turisti: ecco le regole

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento