Cronaca

Croazia, Serracchiani alla neo-presidente Kitarovic: «Unite per Adriatico e Balcani»

I complimenti della presidente del Friuli Venezia Giulia a Kolinda Grabar-Kitarovic, prima donna eletta alla presidenza: «Fatto purtroppo non scontato». «Speriamo verrà presto completato l'ingresso nel Trattato di Schengen che ciò porterà positive conseguenze per tutte le forme di scambio»

«Molti sono gli interessi che si intrecciano fra le nostre genti, che spesso hanno condiviso un comune percorso culturale, e credo che grande debba essere l'impegno a rendere l'Adriatico e i Balcani un'area stabile e prospera». Lo ha affermato la presidente della Regione Debora Serracchiani, inviando alla nuova presidente della Repubblica di Croazia, Kolinda Grabar-Kitarovic, gli auguri di buon lavoro per il suo mandato quinquennale.

Kitarovic, già ministra degli Esteri, è la prima donna eletta alla presidenza. «Fatto purtroppo non scontato», ha commentato Serracchiani rivolgendole i complimenti per la sua affermazione sul socialdemocratico Josipovic.

Serracchiani ha evidenziato come «l'amicizia e la collaborazione che hanno segnato i rapporti tra il Friuli Venezia Giulia e la Croazia, con forza particolare a partire dal riconoscimento della nuova Repubblica da parte dell'Italia, ma in generale con il popolo croato anche nel corso dei decenni precedenti, sono una garanzia che queste relazioni potranno essere, se possibile, ancora più solide e proficue per il futuro».

La presidente del Friuli Venezia Giulia, ricordando come l'adesione della Croazia all'Unione Europea sia stato un grande passo, «che - ha aggiunto - speriamo verrà presto completato dall'ingresso nel Trattato di Schengen», ha auspicato che ciò porterà positive conseguenze per tutte le forme di scambio, «inclusa la caduta delle barriere che finora hanno diviso la minoranza italiana autoctona che vive sulle terre che si affacciano sull'Adriatico orientale».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Croazia, Serracchiani alla neo-presidente Kitarovic: «Unite per Adriatico e Balcani»

TriestePrima è in caricamento