Giovedì, 18 Luglio 2024
In porto vecchio

Barcolana e Polizia contro il cyber bullismo, migliaia di studenti al convegno

Nella sala del Centro Congressi hanno partecipato circa 500 tra studenti e professori, mentre online erano collegati più di 5000 utenti da tutta la regione. "Il confine tra il reale e il digitale è sempre più sottile, bisogna fare attenzione" così Gialuz. Il sindaco: "Il futuro di quest'area è il vostro futuro"

TRIESTE - Poco meno di 500 in presenza e dieci volte tanto collegati online. Dal Centro Congressi di porto vecchio a Trieste passando per i capoluoghi di provincia del Friuli Venezia Giulia, sono questi i numeri del convegno contro il cyber bullsimo organizzato dalla Polizia Postale giuliana nell'ambito di Barcolana. La manifestazione ha visto la partecipazione di molte scuole triestine, nonché del collegamento da remoto di migliaia di studenti degli istituti di Gorizia, Udine e Pordenone. Presenti al convegno il prefetto Annunziato Vardè, il questore Pietro Ostuni, il sindaco di Trieste Roberto Dipiazza e l'assessore regionale Pierpaolo Roberti e il comandante provinciale dei carabinieri Mauro Carrozzo. 

"Dopo il Covid il mondo è cambiato - ha esordito Mitja Gialuz - e ormai il confine tra il reale e il digitale è sempre più sottile. Per questo dobbiamo sempre stare attenti a come ci si comporta nel web. Una offesa, una minaccia o un insulto rivolto sui social è sempre passibile di conseguenze nella vita reale". Il sindaco di Trieste ha invitato gli studenti a visitare il cantiere del porto vecchio "perché quest'area è il futuro della città, che rappresenta il vostro futuro". Dagli istituti del Friuli Venezia Giulia si sono collegati, rispettivamente, in 1700 da Udine, in 1000 da Pordenone e in 1700 dalle scuole del Goriziano. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Barcolana e Polizia contro il cyber bullismo, migliaia di studenti al convegno
TriestePrima è in caricamento