Cronaca

Da Archie Shepp a Reggie Workman: a Lubiana arriva il Jazz Festival

Presentata la rassegna musicale internazionale che si terrà dal 28 giugno al 2 luglio. Nella capitale slovena si presenterà nei prossimi giorni il Festival Trieste LoveJazz nell'ottica di interscambio culturale

«Il Festival Jazz di Lubiana è uno dei più importanti a livello europeo che alimenta e incentiva un rapporto transfrontaliero determinante con la vicina Slovenia di scambi culturali, dalla musica, all'arte, al teatro, tracciando un percorso per le nuove generazioni e nuove occasioni occupazionali» ha sottolineato l'assessore comunale alla Cultura Giorgio Rossi nell'ambito della conferenza stampa di presentazione, cui hanno partecipato Gabriele Centis, coordinatore di Casa della Musica, nonché direttore artistico di TriesteLovesJazz e i direttori artistici del Jazz Festival Ljubljana, Pedro Costa e Bogdan Benigar con Stefano Zucchiatti, cooordinatore dell'European Jazz Conference che si svolgerà dal 21 al 24 settembre a Lubiana -. Sempre nell'ottica di ampliamento dell'interscambio culturale, l'assessore Rossi ha quindi annunciato che domani si recherà con il sindaco Dipiazza a Lubiana per inaugurare la mostra che ospiterà 77 disegni del Tiepolo, parte dei complessivi 250 disegni custoditi al civico museo Sartorio di Trieste. «Un patrimonio culturale prezioso che bisogna conservare ma anche far conoscere oltre i confini» ha aggiunto. Gabrele Centis ha quindi elogiato un appuntamento importante e prestigioso che rinnova una tradizione e che nel corso di 58 anni di vita ha dimostrato longevità e professionalità, riuscendo ad evolversi sempre più portando tante novità del panorama del jazz internazionale.

È stato quindi illustrato il programma dai direttori artistici Bogdan Benigar e Pedro Costa. Quest'anno il Festival di Lubiana vuol essere un vibrante incontro tra diverse generazioni del jazz: si esibiscono insieme leggende della musica come Archie Shepp e Reggie Workman (in un tributo a John Coltrane) e giovani musicisti come la cantante Emilia Martensson e la chitarrista Susanna Risberg. Un programma davvero straordinario, che riunisce diversi modi di fare jazz e include anche alcuni tra i nomi più interessanti e di successo della scena inglese (Shabaka Hutchings, Yussef Kaamal, Alexander Hawkins), i protagonisti del mondo musicale berlinese (Lucia Cadotsch, Amok Amor, Philm), un piano-duo di Kris Davis e Craig Taborn, formidabili trombettisti direttamente da New York (Ambrose Akinmusure, Peter Evans, Amir ElSaffar, Nate Wooley) a Lubiana con le loro band o a completare le line up di altri ensemble (per esempio Jason Moran, Mette Rasmussen eNasheet Waits hanno deciso di lavorare insieme per un progetto speciale).

Inoltre il Festival propone anche alcuni musicisti sloveni particolarmente talentuosi, attivi in Slovenia o all'estero - Artbeaters, Kaja Draksler (con il suo ultimo Hearth Quartet), Dre Ho?evar con il Nate Wooley Quartet, Igor Lumpert (anche lui con il suo Quartetto), Cene Resnik (con il suo Trio), Boštjan Simon (con Velkro). Composto da musicisti che arrivano dall'Egitto, dal Libano, dalla Turchia e dagli Stati Uniti, il sestetto Karkhana - che apre il festival - annuncia la European Jazz Conference in programma a Lubiana in settembre. Il Festival si chiude domenica sera con l'emozionante performance di Shabaka and the Ancestors.

Stefano Zucchiatti ha poi parlato dell'European Jazz Conference che annualmente riunisce i membri della rete dei festival locali del jazz e della musica alternativa in Europa. Un festival in crescita negli ultimi anni e che lega 118 organizzazioni di 35 Paesi. Quest'anno a Lubiana, dal 21 al 24 settembre, saranno 300 gli operatori del settore presenti: direttori artistici, manager culturali, agenti, giornalisti, che discuteranno di jazz e dell'organizzazione di concerti per stringere legami sempre più stretti. Filo conduttore della 'tre giorni', saranno le migrazioni. Inoltre si terrà uno showcase per mostrare il meglio della molto evoluta scena musicale slovena.

Fri / 30 Jun / 21.00 ARCHIE SHEPP TRIBUTE TO COLTRANE (USA) Central festival event Archie Shepp, saxophone; Reggie Workman, double bass; Jason Moran, piano; Amir ElSaffar, trumpet; Nasheet Waits, drums Sassofonista, compositore, pianista, cantante, poeta, Archie Shepp è una figura leggendaria della storia del jazz. Il suo recente progetto guarda in alto, ha un sontuoso programma e una line up strepitosa, in omaggio a un'altra grande leggenda: John Coltrane.

BIGLIETTI: Festival pass EUR 90, 70*; holders of the Cankarjevi torki membership card EUR 58; Festival pass bonus: free Clean Feed CD Prevendita per l'Italia:Multimedia, Soc.coop.ar.I, via di Campo Marzio 6, Trieste, Ph +39 040 311 777 info www.ljubljanajazz.si/index.php/en Cankarjev Dom, Culture and Congress Centre, Prešernova cesta 10,1000 Ljubljana Slovenia Press Office: Darinka Hvalec P 0386 (0)1 2417 153 E darinka.hvalec@cd-cc.si

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da Archie Shepp a Reggie Workman: a Lubiana arriva il Jazz Festival

TriestePrima è in caricamento