rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Cronaca

Da Domani si Pagheranno i Ticket, ma l'Effetto e' Retroattivo, Pubblichiamo anche le Esenzioni

Da domani i cittadini potranno pagare la quota fissa di dieci euro a ricetta sulle prestazioni ambulatoriali specialistiche, di diagnostica strumentale e di laboratorio, come previsto dalle nuove disposizioni di legge in materia di...

Da domani i cittadini potranno pagare la quota fissa di dieci euro a ricetta sulle prestazioni ambulatoriali specialistiche, di diagnostica strumentale e di laboratorio, come previsto dalle nuove disposizioni di legge in materia di compartecipazione dei cittadini alla spesa sanitaria, a tutti gli sportelli Cup: nei Distretti, nelle farmacie, nelle strutture private accreditate e negli ospedali.

La messa a regime del sistema informatico del Servizio sanitario regionale consente infatti, dalla prossima settimana, di incassare direttamente l'importo senza dover ricorrere al recupero retroattivo delle somme dovute dal 17 luglio (data di entrata in vigore delle nuove norme). Si ricorda che il ticket va pagato solo per le prestazioni prenotate da domenica 17 luglio e che nulla è dovuto per prestazioni prenotate in data antecedente.
Chi ha prenotato dopo il 17 luglio potrà versare la quota fissa di 10 euro quando pagherà il ticket sanitario al ritiro del referto.
Qualora avesse già pagato il ticket sanitario all'atto della prenotazione riceverà per posta l'invito a pagare la quota di dieci euro.

Si ricorda inoltre che la quota di 10 euro è dovuta per ogni impegnativa, anche se le impegnative riguardano prestazioni correlate.
Il caso più comune è quello delle analisi del sangue.
Ogni impegnativa può contenere fino a otto prestazioni e dunque chi, come spesso accade, deve accertare più valori potrà avere due o tre impegnative. Per ciascuna di esse dovrà versare i 10 euro.

Non pagano, perché in regime di esenzione:

- le persone che hanno meno di sei anni e più di 65, purché afferenti a un nucleo familiare con reddito inferiore ai 36 mila 150 euro annui;
- i disoccupati, i pensionati sociali, in pensionati al minimo e i loro familiari a carico, con basso reddito (8 mila 260 euro annui, aumentato in base al numero dei familiari;
- gli invalidi civili con diritto all'indennità di accompagnamento e gli invalidi per lavoro con una riduzione della capacità lavorativa superlativa ai due terzi;
- gli esenti per patologia per le prestazioni correlata alla stessa.

Per ciò che riguarda il Pronto soccorso ospedaliero, per le prestazioni non urgenti (codici bianchi) non seguite da ricovero dal 17 luglio è dovuto un ticket di 25 euro, dovuto da quanti non godono di esenzioni.
Saranno esonerati dal ticket di Pronto soccorso anche i cittadini che hanno meno di 14 anni, i traumatismi e le intossicazioni acute.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da Domani si Pagheranno i Ticket, ma l'Effetto e' Retroattivo, Pubblichiamo anche le Esenzioni

TriestePrima è in caricamento