Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca

Da Domani via al Piano Antismog; Stop alle Automobili in Citta' ad Oltranza

Da domani pomeriggio, sabato 21 gennaio dalle 16 alle 19, scatta il piano di contenimento all'inquinamento atmosferico con lo stop alla circolazione delle auto all'interno del perimetro urbano. Tra le deroghe previste anche il "car pooling"...

Da domani pomeriggio, sabato 21 gennaio dalle 16 alle 19, scatta il piano di contenimento all'inquinamento atmosferico con lo stop alla circolazione delle auto all'interno del perimetro urbano.

Tra le deroghe previste anche il "car pooling", ovvero le automobili con almeno tre persone a bordo. Il Comune invita a ridurre la temperatura negli ambienti riscaldati.

In considerazione del superamento dei limiti di inquinamento atmosferico, scatta anche a Trieste il divieto totale di circolazione per tutti gli autoveicoli e motoveicoli alimentati sia a benzina che a gasolio (anche per i non residenti). Il divieto sarà operativo a partire dal pomeriggio di domani (sabato 21 gennaio) dalle ore 16.00 alle ore 19.00, nonché nei giorni seguenti dalle ore 9,30 alle ore 12,30 e dalle ore 16.00 alle ore 19.00 e per tutti i giorni fino alla revoca stabilita con successiva ordinanza, con efficacia dal giorno successivo all'avvenuto rientro dei valori limite degli inquinanti.

Questo divieto varrà su tutte le strade poste all'interno del seguente perimetro:

Largo Roiano, via S. Teresa, via Stock (tratto fra via S. Teresa e via dei Saltuari), via dei Saltuari, via Barbariga (tratto fra via dei Saltuari e via Sara Davis), via Sara Davis (tratto fra via Barbariga e via dei Cordaroli), via dei Cordaroli, via Commerciale (tratto fra via Cordaroli e salita di Conconello), salita di Conconello, strada Nuova per Opicina (tratto fra Salita di Conconello e via Valerio), via Valerio, via Fabio Severo (tratto fra p.le Europa e via di Cologna), via di Cologna, Largo Giardino, via Giulia (tratto fra l.go Giardino e Rotonda del Boschetto), Rotonda del Boschetto, viale al Cacciatore, via de Marchesetti (tratto fra v.le Cacciatore e via S. Pasquale), via S. Pasquale, via Revoltella (tratto fra via S. Pasquale e via Rossetti), via Rossetti (tratto fra via Revoltella e p.le De Gasperi), piazzale De Gasperi, strada di Cattinara (tratto fra p.le De Gasperi e raccordo ex 202/strada di Fiume), strada di Fiume (tratto fra raccordo ex S.S. 202/ strada di Fiume e via Molino a Vento), via Molino a Vento (tratto fra Strada di Fiume e via Marenzi), via Marenzi, via dell'Istria (tratto fra via Marenzi e p.le Valmaura), piazzale Valmaura, via Valmaura, Grande Viabilità Triestina (tratto fra svincolo di Valmaura e svincolo di Campi Elisi), via delle Fiamme Gialle, Passeggio Sant'Andrea, via Campo Marzio, via Economo (tratto fra via Campo Marzio e riva Grumula), riva Grumula, riva Tommaso Gulli, riva Nazario Sauro, riva Mandracchio, riva Caduti per l' Italianità di Trieste, riva Tre Novembre, corso Cavour, piazza Libertà, viale Miramare (tratto fra piazza Libertà e largo Roiano).

Le vie che compongono il perimetro rimangono liberamente percorribili secondo sensi di marcia normalmente consentiti ed inoltre all'interno del perimetro sono liberamente percorribili i seguenti assi e strade:

- via Commerciale (tratto fra via Cordaroli e via Pauliana)

- via Pauliana (intera via)

- via Salata - galleria di Montebello - piazza dei Foraggi - viale Ippodromo;

- via Udine (tratto fra salita di Gretta e via Barbariga) - via Barbariga (tratto fra via Udine e via dei Saltuari);

nonché le ulteriori strade di accesso/uscita dai parcheggi:

Parcheggio S. Andrea via Carli.

Parcheggio Ferdinadeo via Marchesetti (da via San Pasquale a parcheggio Ferdinandeo).

Parcheggio Palasport di Chiarbola Rampa G.V.T. svincolo via Svevo,

via Svevo (tratto fra via Baiamonti e via D'Alviano),

via D'Alviano (tratto fra via Svevo e via Doda),

via Doda (tratto fra via D'Alviano e piazzale Puglie,)

piazzale delle Puglie.

Parcheggio Foro Ulpiano via Fabio Severo (tratto fra via Cologna e via

Cicerone), via Cicerone, via Coroneo (tratto fra via Cicerone e via Fabio Severo), Foro Ulpiano.

Sono previste delle deroghe alle predette limitazioni per veicoli ad emissione zero; veicoli che utilizzano come carburante metano o GPL; autoveicoli omologati EURO 5 (direttive: 99/96/ fase III, 99/96/CE riga B2, 99/96/CE riga C (ecol. migliorato), 2001/27/CE rif. 1999/96/CE riga B2, 2001/27/CE rif. 1999/96/ riga C (ecol. migliorato), 2005/78/CE rif. 2005/55/CE riga B2 (euro 5), 2005/78/CE rif. 2005/55/CE riga C (ecol. migliorato), 2006/51/CE rif. 2005/55/CE riga B2 (euro 5), 2006/51/CE rif. 2005/55/CE riga C (ecol. migliorato) o EURO 4 (direttive: 98/69 CE B, 98/77/CE rif. 98/69 CE B, 99/96 CE riga B 1, 99/102 CE B rif. 98/69 CE B, 2001/1 CE rif. 98/69 CE B, 2001/1 CE B rif. 98/69 CE B, 2001/27 CE rif. 99/96 CE riga B1, 2001/100 CE B, 2002/80 CE B, 2003/76 CE B, 2005/78 CE rif.2055/55 CE riga B1, 2006/51 CE rif. 2055/55 CE rif. B1) e per i motoveicoli e ciclomotori omologati EURO 3 (direttive: 97/24 CE cap. 5 fase III, 2002/51 CE fase B, 97/24 CE cap. 5 fase III, 2003/77/CE rif. 2002/51/CE fase B e 97/24 CE cap.9) o EURO 2 (direttive: 97/24 CE cap. 5 fase II e cap.9, 2002/51 CE fase A e 97/24 CE cap.9, 2003/77 CE fase A e 97/24 CE cap.9).

Altre deroghe sono inoltre previste per veicoli adibiti al trasporto pubblico (bus - taxi - autonoleggio con conducente);

veicoli a servizio degli invalidi in possesso del contrassegno di cui al D.P.R. 16.12.92 n. 495;

veicoli adibiti a servizi di stato, a servizi pubblici e/o di pubblica utilità e veicoli adibiti a compiti di sicurezza pubblica, nonché veicoli di istituti di vigilanza e trasporto valori, ivi compresi i veicoli a servizio del recapito/raccolta postale ed assimilati, purché attestato dall'ente o dalla ditta che esercita il servizio;

veicoli con targa di riconoscimento C.C. o C.D. e veicoli con targhe "prova";

veicoli utilizzati dalle testate radiotelevisive e dagli organi di stampa;

veicoli dei "ministri di culto" nell'esercizio delle loro funzioni;

veicoli utilizzati da medici e veterinari, in visita domiciliare urgente, esclusivamente nel tragitto casa - ambulatorio - luogo della visita e veicoli di servizio dell'A.S.S. e ARPA;

veicoli utilizzati dai medici, infermieri e tecnici dell'Azienda Ospedaliera o strutture sanitarie equivalenti che, per motivi di urgenza a seguito di chiamata di reperibilità, devono raggiungere le strutture dell'Azienda Ospedaliera e/o le strutture sanitarie equivalenti succitate;

autoveicoli per il trasporto di persone soggette a trattamenti (di particolare gravità) sanitari e/o riabilitativi programmati e/o continuativi, nonché autoveicoli che trasportano persone con ridotta capacità deambulatoria e/o altre gravi patologie ed impossibilitate temporaneamente a servirsi dei mezzi pubblici; per usufruire della deroga dovrà essere esibita certificazione medica attestante l'infermità e l'inabilità temporanea all'uso dei mezzi pubblici; il certificato medico sarà considerato valido ai fini dell'applicazione della deroga per un periodo non superiore a 45 giorni dalla data del rilascio; qualora dette infermità ed inabilità siano certificate dal medico quali permanenti, non si applica il periodo di validità del certificato pari a 45 giorni;

veicoli in uso agli addetti ai servizi comunali di assistenza domiciliare;

veicoli diretti all'Ispettorato di Motorizzazione Civile e/o Officine autorizzate per effettuare revisioni programmate, con possibilità di ritornare all'abitazione (max 30 minuti), nonché veicoli partecipanti a cortei matrimoniali, muniti di autocertificazione a disposizione per i controlli della Polizia;

veicoli di proprietà delle autoscuole in attività di esercitazione e/o esame per il conseguimento patenti;

veicoli destinati al trasporto merci, sia esclusivo che promiscuo, per l'esercizio dell'attività;

veicoli dei lavoratori dipendenti o autonomi, con autocertificazione dell'orario di

lavoro rilasciata dall'azienda per cui prestano la loro opera, quando dalla suddetta dichiarazione dell'azienda risulti un orario di inizio o fine turno tale da non consentire l'uso del mezzo pubblico; oppure quando risulti che la sede dell'azienda o l'abitazione del lavoratore non sono serviti da mezzi pubblici; i veicoli sono tenuti a raggiungere la destinazione percorrendo l'itinerario più breve (tempo max 30 minuti); veicoli con almeno 3 persone a bordo, conducente compreso, in analogia alla metodica "car - pooling". Il provvedimento ha validità anche in assenza di segnaletica stradale. Saranno infatti sufficienti comunicazioni e avvisi diramati attraverso i mezzi d'informazione.

Informazioni in merito all'ordinanza (che contiene anche un invito alla cittadinanza a ridurre la temperatura degli ambienti riscaldati, nonché il numero complessivo delle ore di accensione degli impianti termici) di chiusura al traffico anche sul sito www.retecivica.trieste.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da Domani via al Piano Antismog; Stop alle Automobili in Citta' ad Oltranza

TriestePrima è in caricamento