Cronaca

De Gioia (PSI): «Trasformare FVG in due Province autonome sul modello del Trentino-Alto Adige»

Lo rileva in una nota Roberto De Gioia, consigliere comunale del Partito Socialista Italiano:«Solo la Provincia autonoma con capacità legislativa, finanziaria e organizzativa, può veramente metterci in condizione di sviluppare grandi opportunità e potenzialità del nostro territorio»

«Il Presidente della Provincia di Udine, Pietro Fontanini, propone costantemente un assetto istituzionale della Regione a due teste; da una parte la grande Provincia di Udine, che accorpi Pordenone e Gorizia, dall'altra la Città Metropolitana di Trieste. L'approvazione al Senato dell'emendamento Russo che apre il percorso alla possibilità di reintrodurre, nella Legge regionale di riordino degli Enti Locali, la facoltà di istituire la Città Metropolitana, e' un passo che va in questa direzione, ma va preso con prudenza».

Lo rileva in una nota Roberto De Gioia, consigliere comunale del Partito Socialista Italiano.

«È senza dubbio - continua De Gioia -  un passaggio importante se si guarda ad una gestione del territorio più autonoma sul piano istituzionale ed economico, ed è bene che sia inserita tra le facoltà di autogestione, ma di fatto non offre quelle opportunità che ben altra forma di autonomia sarebbe in grado di dare. Riproporre un meccanismo che vale poco più di una sostituzione dell'attuale Provincia, tra l'altro non condivisa ne dai Comuni minori ne all'interno degli stessi Partiti che oggi governano la gran parte delle Amministrazioni Pubbliche, in effetti non porterebbe ad alcun risultato pratico Altra cosa sarebbe invece, con una visione più ampia, e quindi con una prospettiva ben diversa, guardare a un'Area Metropolitana che recuperi il tema dell'omogeneità Giuliana, con incluse Monfalcone e Grado ( e magari anche Gorizia ), in funzione di uno sviluppo dell'intero territorio che ci circonda». orel de gioia psi-2

«Ma a questo punto - continua l'esponente socialista - tanto vale riprendere la strada che i triestini hanno già indicato con forza in passato, e che oggi anche i Friulani stanno maturando, partendo dal basso su iniziativa di tanti Sindaci, che è quello di trasformare questa Regione in due Province autonome sul modello del Trentino-Alto Adige. Lo impone la peculiarità di questa Regione, con la presenza di un popolo friulano che ha la sua storia, la sua lingua e la sua economia, e che merita maggior dignità, e con un'altra area che ha tutta un'altra storia e una collocazione geografica, con i Punti Franchi, con un Porto Internazionale in pieno sviluppo e con le prospettive che possa estendersi fino a Monfalcone, con il recupero del Porto Vecchio, con la sua ricchezza e diversità etnica e culturale, che merita uno una forma di autonomia che le consenta di giocare un ruolo strategico nel contesto Internazionale dell'Adriatico e del centro Europa».

«Solo la Provincia autonoma - conclude De Gioia - con capacità legislativa, finanziaria e organizzativa, può veramente metterci in condizione di sviluppare grandi opportunità e potenzialità del nostro territorio. Ed è questo l'obiettivo che noi socialisti intendiamo perseguire».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

De Gioia (PSI): «Trasformare FVG in due Province autonome sul modello del Trentino-Alto Adige»

TriestePrima è in caricamento