Decessi per droga, i numeri di Trieste

Nel 2017 nel capoluogo regionale una persona era deceduta per overdose da sostanze stupefacenti. A Gorizia e Udine le altre due persone morte. Migliora il dato per i primi nove mesi dell'anno in corso. A Trieste il dato pari a zero, mentre a Udine una persona deceduta

Il rapporto su scala nazionale è inquietante. Sono esattamente 173 le persone che in questi primi nove mesi del 2018 sono decedute a causa di overdose da sostanze legali o illegali. I dati li riporta Geoverdose, sito specializzato nel monitoraggio e nell'analisi del fenomeno. L'Emilia Romagna con 17 casi rappresenta la "maglia nera" italiana, seguita a ruota dal Veneto con 14 decessi e dalla Campania con 12.  A livello regionale come Friuli Venezia Giulia i dati sono rassicuranti, con un'unica morte accertata per overdose a Udine mentre sia Gorizia che Trieste migliorano il dato del 2017, con nessun decesso. 

Il report

La morte per eccesso di overdose da eroina è pari al 65 per cento, con 113 casi accertati in tutta la penisola italiana; il 9,8 per cento viene dal consumo di cocaina mentre rispetto al 2017 le morti accertate per overdose di alcool sono in aumento, con 6 decessi che rappresentano il 3,5 per cento dei morti per overdose. A Trieste, se il consumo e lo spaccio di sostanze stupefacenti è presente - come in ogni realtà urbana -  è altrettanto vero che la lotta alla droga e la prevenzione sono a livelli molto alti, come confermato ad esempio dal progetto ministeriale "Scuole sicure", al fine di prevenire attraverso la presenza di uomini e donne della Polizia di Stato a stazionare fuori dagli isitituti scolastici. 

L'operazione "Scuole sicure"

A Trieste e in regione

Il report fotografa la situazione del 2018 ma è possibile andare indietro fino al 1 gennaio 2017. I dati per l'anno precedente per quanto riguarda la nostra città raffigurano il decesso di una persona per overdose da eroina, mentre per il 2018 (dati fino a settembre) il numero dei decessi è pari a zero. Maglia nera in regione per Udine con una morte per overdose da sostanze stupefacenti. 

Il traffico tra Veneto e Friuli Venezia Giulia

La lotta allo spaccio 

Nelle scorse settimane i dati sui sequestri di droga sono stati diramati per singole operazioni, gestite dalle forze dell'ordine. Risale a qualche settimana fa infatti, lo smantellamento di una rete di spaccio gestita dalla criminalità nigeriana che attraverso un racket tra il Veneto e il Friuli Venezia Giulia smerciava quantità ingenti di sostanza stupefacenti. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riccardo Scamarcio in piazza Unità: battibecco con Telequattro e poi le scuse

  • Incidente in strada nuova per Opicina: due minorenni feriti, uno grave

  • Terribile schianto in Slovenia, morto sul colpo un triestino di 89 anni

  • Strada nuova per Opicina, terzo schianto in meno di 24 ore

  • Atti osceni in luogo pubblico in corso Saba: nei guai 58enne

  • Minorenne picchiato da un 'ambulante': il racconto della vittima

Torna su
TriestePrima è in caricamento