rotate-mobile
Cronaca

Degrado, Rifiuti, Strade...E altro: piu' di 600 le Segnalazioni attraverso la Piattaforma "Comuni-Chiamo" del Comune

Comuni-chiamo, social network e partecipazione dei cittadini. Sono questi i temi al centro della conferenza stampa del Vicesindaco di Trieste Fabiana Martini tenutasi ieri in Municipio, per fare il punto della situazione a 5 mesi dall’attivazione...

Comuni-chiamo, social network e partecipazione dei cittadini.
Sono questi i temi al centro della conferenza stampa del Vicesindaco di Trieste Fabiana Martini tenutasi ieri in Municipio, per fare il punto della situazione a 5 mesi dall'attivazione di questi nuovi servizi al cittadino.
Presenti anche i direttori del Servizio Comunicazione Maila Zarattini e dei Servizi Informatici Lorenzo Bandelli.
Comuni-chiamo è un'applicazione gratuita, che consente ai cittadini di farsi parte attiva nella segnalazione delle criticità del territorio e nel contempo all'amministrazione e all'organizzazione comunale di intervenire in modo puntuale e rapido, riducendo sul lungo periodo tempi e costi di intervento.

Applicazione che si basa sul concetto di intelligenza collettiva nella risoluzione dei problemi, una sorta di social network che consente di segnalare una vasta gamma di problemi in tempo reale, in modo georeferenziato attraverso uno smartphone o un PC allegando anche foto o filmati.

Allo stesso tempo il sistema fornisce all'amministrazione i dati sulle criticità, i tempi di risposta degli interventi e di conseguenza sulla programmazione degli investimenti.

"A oggi, in base ai dati rilevati dal 1° luglio al 26 novembre di quest'anno, si sono iscritti alla piattaforma 530 cittadini, che hanno contribuito a segnalarci 636 criticità sul territorio - ha spiegato il Vicesindaco Martini - .

I maschi segnalano in percentuale superiore alle donne e la media dell'età degli utilizzatori è attorno all'anno 1966, con il picco più alto per le classi d'età 1970/79 e il più basso nelle classi di età 1929/39.

Dalle statistiche risulta che il picco di segnalazioni giornaliere si è avuto nei primi due mesi di attivazione dell'applicazione in parte per l'effetto novità e in parte perché il canale ha favorito in modo semplice e informale la partecipazione, per assestarsi su una media del periodo di 4,2 segnalazioni al giorno.

Le principali categorie segnalate, quelle con il numero a 3 cifre riguardano problemi di degrado, rifiuti e problemi relativi alle strade. Il canale preferito dai cittadini per le segnalazioni è quello web seguito a distanza dagli smartphone, sia Iphone, che Android.

In ogni caso sono strumenti innovativi che necessitano di essere commisurati alle richieste e alle esigenze dei cittadini che di volta in volta si manifesteranno e che certamente vogliamo migliorare".

"Sul fronte interno - ha aggiunto Fabiana Martini - la struttura comunale ha dimostrato di intervenire con rapidità ed efficienza anche compatibilmente con la complessità degli interventi.

Lo dimostrano le cifre dei problemi risolti, che in media si attestano a circa 20 alla settimana, ma che nei due mesi di maggiori segnalazioni hanno sfiorato 70 problematiche risolte alla settimana. La media di risoluzione su tutto il periodo è dell'88%".

L'attivazione di questo social network si affianca alla presenza del Comune di Trieste su Twitter, FaceBook e YouTube, che attraverso queste reti intende aumentare i propri strumenti di ascolto e relazione con i cittadini.

Siamo interessati alle reti sociali digitali e al loro uso non per cavalcare una tendenza, ma perché dietro le reti ci sono le persone, i cittadini, che attraverso queste reti esercitano il proprio diritto di partecipazione e possono in tal modo contribuire in prima persona al governo del bene comune della nostra città."

"Sono stati predisposti dei grafici con vari temi oggetto delle segnalazioni da parte dei cittadini, dagli edifici (degrado, abbandono ecc) ai rifiuti, con le problematiche annesse - ha rilevato Maila Zarattini -.Ovviamente questi nuovi strumenti non sono l'unico canale per le segnalazioni dei cittadini, che affiancano servizi già rodati come l'Urp, anche se rappresentano la via più diretta e immediata. Il personale interno ha svolto con impegno una lunga formazione che ha dato i suoi frutti in base alle numerose richieste pervenute e quindi alla risoluzione delle problematiche indicate dai cittadini".

Lorenzo Bandelli ha espresso "soddisfazione per queste nuove tipologie di comunicazione che ci offrono maggiore possibilità di analizzare i dati e di fornire risposte adeguate in tempi brevi. Dei mezzi validi anche per le Circoscrizioni e per dar voce a tutti i cittadini".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Degrado, Rifiuti, Strade...E altro: piu' di 600 le Segnalazioni attraverso la Piattaforma "Comuni-Chiamo" del Comune

TriestePrima è in caricamento