Cronaca

Dehors, più libertà per colori delle basi di ombrelloni e fioriere

Regolamento occupazione suolo pubblico con dehors. varate dalla giunta le modifiche. L'assessore Elena Marchigiani sottolinea la validità del lavoro svolto in costante dialogo con le categorie. Nuove importanti semplificazioni a beneficio del decoro urbano e delle attività economiche

La Giunta ha proposto la modifica del Regolamento per l'occupazione di suolo pubblico mediante dehors al fini di renderlo più aderente alle semplificazioni introdotte dall'accordo Mibac-Regione autonoma Friuli Venezia Giulia e dal relativo allegato tecnico.

“È il risultato -ha detto l'assessore alla Pianificazione urbana Elena Marchigiani- di una buona amministrazione,  che ha fatto il Regolamento consultando e dialogando sempre, in tutti questi anni, con le categorie, cercando di affiancarle e sostenerle anche nei momenti di particolare difficoltà. Adesso che abbiamo raggiunto  un costruttivo e costante dialogo con la Soprintendenza, siamo riusciti ad inserire nuove e importanti semplificazioni, a tutto beneficio del decoro urbano e delle attività economiche, per una città sempre più vivibile, bella e accogliente,  per cittadini e turisti.”

Le principali novità proposte sono le seguenti.

- Specificazione procedurale all'art. 4.3 in merito agli elementi di delimitazione che non necessitano di autorizzazione di cui alla parte II del D.Lgs. 42/20004 e s.m.i. (c.d. Monumentale): non sono soggetti ad autorizzazione della Soprintendenza i pannelli opachi di altezza non non superiore a m 1,00 e i pannelli trasparenti di altezza non superiore a m 1,40. Sono inoltre ammessi i pannelli misti (opachi e trasparenti), per i quali valgono gli stessi limiti di altezza complessiva (m 1,40) e per la parte opaca (m 1,00). Per altre soluzioni dimensionali sarà invece necessario procedere con la richiesta di deroghe e la procedura di autorizzazione alla soprintendenza.

- Minori restrizioni circa i materiali e i colori relativi alle basi degli ombrelloni e alle fioriere. In particolare all'art. 4.2.1, e conseguentemente alla Tab. 1, è stato eliminato l'obbligo di utilizzare per le basi degli ombrelloni lo stesso colore della struttura; inoltre all'art. 6.1 sono stati eliminati alcuni specifici divieti nell'uso dei materiali per gli elementi dei dehors.

-Fissazione di un nuovo termine per l'adeguamento alle disposizioni del Regolamento: all'art. 14 si stabilisce che “le strutture autorizzate prima dell’approvazione delle presenti norme, con caratteristiche non conformi, potranno essere mantenute in essere fino alla scadenza dell’autorizzazione o concessione, e comunque entro e non oltre il 30 settembre 2016”.

La bozza di Regolamento verrà quindi sottoposta all'esame dei Consigli Circoscrizionali, che potranno formulare osservazioni, sulle quali dovrà comunque essere sentita la Soprintendenza, così come previsto tutt'ora dall'accordo per le parti che riguardano la tutela dei beni culturali, e poi verrà valutato e approvato dal Consiglio Comunale nel mese di febbraio.

Si ricorda che la scadenza per la presentazione delle domande di rinnovo delle concessioni in essere era il 31 dicembre (fatta salva la possibilità di presentare domanda fino al 15.01 scontando la sola penale di applicazione della tariffa piena giornaliera per ogni giorno di ritardo). Le domande già presentate così come quelle successive di nuova concessione verranno progressivamente valutate anche tenendo in considerazione le modifiche apportate una volta entrate in vigore.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dehors, più libertà per colori delle basi di ombrelloni e fioriere

TriestePrima è in caricamento