Cronaca

“Denuncio il Consiglio comunale”: la minaccia social di Alex Bini dopo l'ennesimo post di Tuiach

Il deejay e militante aveva annunciato tramite Facebook di rivolgersi alla Questura oggi stesso in mancanza di azioni concrete contro l'ennesimo attacco del consigliere alla comunità Lgbt. Poi l'intervento del sindaco e l'invito alla prossima seduta del Consiglio. "Se non mi ascolteranno procederò" annuncia Bini

L'immagine di una mimosa nel giorno dell'otto marzo con la didascalia "Tanti auguri ricch#one”. Dopo l’ennesimo post di Fabio Tuiach contro i gay scatta la minaccia social di Alex Bini: “Denuncerò il Consiglio comunale di Trieste”. Il deejay e militante per i diritti Lgbt avrebbe dovuto presentarsi in questura alle 16 del pomeriggio ma la minaccia è stata per il momento sospesa dopo l’intervento del sindaco Dipiazza, che lo ha convocato per un colloquio informale. “Sono stato invitato al prossimo Consiglio comunale - spiega Bini, raggiunto al telefono - e per il momento rimando ciò che avevo intenzione di portare a termine. Volevo rivolgermi alla Questura anche su consiglio di alcuni legali”. Alex Bini fa comunque sapere che “se non mi si darà voce farò in modo che la diano a chi di dovere, quindi azioni in sospeso. La provocazione ha colpito nel segno e adesso che provino a farmi tacere”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Denuncio il Consiglio comunale”: la minaccia social di Alex Bini dopo l'ennesimo post di Tuiach

TriestePrima è in caricamento