Cronaca Largo Don Francesco Bonifacio

Difende i vaccini alla protesta no - vax e viene picchiato da cinque manifestanti

Il pronto intervento della Polizia ha impedito gravi conseguenze. La manifestazione era stata organizzata contro le restrizioni governative, le politiche in tema di immigrazione e anti-Covid

Foto di repertorio: Aiello

Difende la campagna vaccinale a una manifestazione no - vax e viene picchiato da cinque persone. È successo Il pomeriggio del 15 maggio scorso in Largo Bonifacio, dove  ha avuto luogo una manifestazione promossa in segno di protesta contro le misure restrittive imposte dal Governo a seguito della pandemia Covid-19, contro l’“obbligo vaccinale” e, più in generale, sui temi della crisi economica e sull’immigrazione, preavvisata all’Autorità di Polizia e definita "apolitica" dagli organizzatori.

A margine dell’iniziativa, verso il termine della manifestazione, alla quale hanno preso parte circa 40 persone, il giovane ha espresso alcune considerazioni a favore dei vaccini adottati per arginare la pandemia in corso.

Tale affermazione, udita da alcuni dei manifestanti, ha indotto la reazione di cinque di loro, che hanno colpito il ragazzo.

Il pronto intervento del personale delle Forze di Polizia in servizio di ordine pubblico ha impedito che l’azione proditoria dei giovani avesse conseguenze ulteriori.    

A seguito di serrate indagini della Digos, valutate sussistenti le circostanze aggravanti del caso, gli autori sono stati deferiti per il delitto di lesioni personali alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Trieste.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Difende i vaccini alla protesta no - vax e viene picchiato da cinque manifestanti

TriestePrima è in caricamento