rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Cronaca

Differenziata a Muggia, OcxM: «Non abbiamo votato mozione centrodestra perché vaga e non puntuale»

La risposta di Obiettivo Comune per Muggia al centrodestra, che li accusava di aver votato contro la loro mozione rendendosi «palesemente favorevoli al sistema attuale»

Ancora aperta la discussione sulla raccolta differenziata a Muggia. In un recente comunicato congiunto, i consiglieri comunali di Ld - Fm, FdI e Ln, accusavano Obiettivo Comune per Muggia di essere una «Succursale dei Cinquestelle, che votando contrari insieme alla sinistra la nostra mozione si sono resi palesemente favorevoli al sistema attuale».

Questa la replica su Facebook di Obiettivo comune: «Spiace constatare come alcuni esponenti del Centrodestra continuino ad affermare cose non rispondenti al vero. Quando un anno fa abbiamo proposto la mozione per rivedere un sistema di raccolta che a nostro avviso era un danno per i cittadini, hanno votato contro il nostro documento e quando ci siamo espressi contro la Net, ci hanno accusato di essere contro il porta a porta, mentre loro avallavano le scelte dell’Amministrazione».

«Oggi - continua Obiettivo Comune -, dopo aver deciso in un primo momento, di condividere le mozioni e di votare compatti, preferiscono presentare la mozione senza alcuna condivisione, disattendendo gli accordi, e, senza esprimere in merito al sistema misto, alcun metodo o tempistica, vogliono si avvalli la proposta a scatola chiusa, rischiando ulteriori gravi esborsi per i cittadini. Senza alcuna garanzia, mettendo sul piatto una mozione vaga e per nulla puntuale, vista quando oramai era già stata depositata, Obiettivo comune ha ritenuto giusto continuare sulla strada intrapresa, chiedendo di rivedere il servizio per il bene dei muggesani, senza assolutamente avallare quanto l’amministrazione sta portando avanti».

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Differenziata a Muggia, OcxM: «Non abbiamo votato mozione centrodestra perché vaga e non puntuale»

TriestePrima è in caricamento