Martedì, 28 Settembre 2021
Cronaca

Bar e ristoranti protagonisti del rispetto dell'ambiente, in distribuzione kit di raccolta differenziata

Il kit potrà essere ritirato gratuitamente, fino ad esaurimento scorte, da mercoledì 17 giugno a venerdì 31 luglio presso la sede Fipe di Via Roma 28. Il ritiro potrà essere effettuato da qualsiasi titolare (o suo delegato) di bar o ristorante, anche non associato Fipe

Nuovi passi avanti nel percorso di promozione e di incentivazione della raccolta differenziata ad opera del Comune di Trieste, Provincia, con AcegasApsAmga e Fipe. Da domani, mercoledì 17 giugno, presso la sede Fipe di Via Roma 28,  sarà in distribuzione un kit gratuito per la differenziata su misura per bar e ristoranti. L'iniziativa congiunta, denonimata “Differenziata in azione”-a sottolineare che non è semplice effettuare la raccolta differenziata in un pubblico esercizio, ma è assolutamente necessario…passare all’azione - è stata illustrata stamane in Municipio, presenti l'assessore comunale all'Ambiente Umberto Laureni con l'assessore provinciale Vittorio Zollia, il direttore generale di AcegasApsAmga-Società del Gruppo Hera, Roberto Gasparetto, il presidente della Fipe Bruno Vesnaver con il Segretario provinciale Fabrizio Ziberna e Silvano Lamacchia del Comitato direttivo, nonché il consigliere comunale Igor Svab.

L’iniziativa prevede la distribuzione-omaggio di un kit gratuito per la raccolta differenziata a tutti i pubblici esercizi cittadini che ne faranno richiesta (fino ad esaurimento scorte). I quattro soggetti promotori hanno studiato e fatto realizzare appositamente una soluzione per la raccolta differenziata in grado di adattarsi al meglio alle esigenze di bar e ristoranti. In aggiunta, anche una 'vetrofania' “Qui si differenzia”, che i ristoratori potranno applicare all’ingresso del proprio locale per rendere visibile verso i proprio clienti il loro impegno all'insegna della sostenibilità ambientale.

Il kit – è stato spiegato - è composto da 3 contenitori, (più 1): marrone per l'umido, blu per la plastica e grigio per l'indifferenziato, dalla capacità di 50 litri che possono essere liberamente impilati o allineati in base agli spazi disponibili, spesso molto limitati, nelle cucine di bar e ristoranti. 2015_13115 stampa-2

Estrema flessibilità di posizionamento quindi, pensata per intercettare la massima quantità di rifiuti differenziati laddove vengono prodotti: nei locali in cui si disimballano, si preparano e si scartano gli alimenti. Volutamente non è stato previsto un recipiente per carta e cartone, esistendo già, per questo materiale, il servizio di raccolta per i cartoni esposti nei noti punti stradali (SRC). In più, se l’esercente lo riterrà utile in relazione agli spazi disponibili, sarà possibile ritirare anche un bidone con ruote da 120 litri, pensato per un doppio utilizzo. Da un lato, contenitore di rifiuti di vetro e lattine, dall’altro, efficace strumento di trasporto verso le batterie di contenitori stradali anche dei sacchi contenenti gli altri rifiuti, da conferire poi separatamente nei rispettivi contenitori. Ciò, oltre a rendere più sicuro il trasporto per chi conferisce, contribuirà anche al decoro urbano prevenendo le “scie” di umido causate dal trascinamento dei sacchi. I materiali impiegati, inoltre, rispondono alle prescrizioni su sicurezza e igiene alimentare e, anche la scelta dei contenitori, è stata condivisa con l’Azienda per l’Assistenza Sanitaria n° 1 Triestina secondo le norme in materia di sicurezza e igiene alimentare. Tra gli accorgimenti adottati, per evitare il contatto delle mani con il rifiuto,  i contenitori sono dotati di sportello frontale basculante, mentre il bidone è attrezzato con pedaliera.

Differenziata in azione è il frutto di un percorso condiviso fra istituzioni, gestore e Fipe – ha detto l'assessore Laureni - in cui, a fronte dell’obiettivo partecipato di portare finalmente la raccolta differenziata in linea con i migliori standard europei, si sono intraprese azioni di comunicazione, sensibilizzazione e incentivazione rispetto ad una corretta separazione dei rifiuti. Il kit per i pubblici esercizi rientra a pieno titolo in questo quadro e mira a dare un supporto concreto nella gestione virtuosa dei rifiuti in bar e ristoranti, anche in considerazione dell’obbligatorietà della raccolta differenziata. Un’obbligatorietà da cui discendono, è utile ricordarlo, controlli e, in caso di inadempienza, sanzioni. Di tutto ciò il ringraziamento dell'Amministrazione comunale va alla Provincia, che ha finanziato l'operazione, all'AcegasApsAmga per l'importante costante impegno e alla Fipe per la proficua stretta collaborazione”.

La Provincia di Trieste ha distribuito sul territorio 340mila euro di fondi a favore di progetti per la raccolta differenziata con promotori i Comuni, tra cui quello di Trieste, per incrementarne il più possibile l'utilizzo da parte dei cittadini, e i risultati sono positivi, con il 10% di incremento a Trieste, auspicando che si arrivi al 16%”.

“La crescita della raccolta differenziata in città non è solo un gesto di amore e responsabilità verso il territorio e le generazioni future, ma anche un modo concreto di alimentare le filiere della green economy, dal momento che ben il 99,7% dei rifiuti raccolti in modo differenziato a Trieste viene effettivamente destinato a recupero – ha sottolineato il direttore generale Gasparetto - È per questa ragione che Comune, Provincia, AcegasApsAmga e Fipe offrono agli esercenti che si doteranno del kit, garantendo quindi l’impegno per la raccolta differenziata, un’importante opportunità di comunicazione.. Un'azione comune per accelerare l'ottenimento dell'obiettivo e che ci fa sperare che abbiamo imboccato la strada giusta, attraverso l'impiego di strumenti agevoli, tenendo ben presente, com'è nella nostra filosofia, che il cliente è sempre al centro”.

Sotto il cappello della campagna di comunicazione “Differenziare è importante”, pianificata nel corso dell’anno su radio, mezzi pubblici e pensiline bus, sono state diverse le iniziative di supporto concreto alla differenziata messe in cantiere: dai “Sabati Ecologici”, a “Valore Verde” (compost gratis in cambio di sfalci e potature), alla distribuzione gratuita di secchielli per la raccolta dell’umido domestico o di borse tripartite per la separazione del rifiuto secco delle famiglie. Proprio quest’ultima distribuzione, ha avuto un positivo debutto in occasione della giornata mondiale dell’ambiente, lo scorso 5 giugno, e certamente nel corso del 2015 saranno individuate altre occasioni per dotare le famiglie triestine di questo utile strumento.

Il presidente Fipe, Vesnaver ha quindi ribadito l'importanza dell'iniziativa che vale non solo per gli associati ma per tutti gli esercenti della città che ne faranno richiesta. “Credo moltissimo in questa sorta di 'cambiamento culturale' che tutti noi commercianti dobbiamo condividere e che contribuisce a presentare nel modo migliore ai turisti la nostra città”.

Ricapitolando: Il kit potrà essere ritirato gratuitamente, fino ad esaurimento scorte, da mercoledì 17 giugno a venerdì 31 luglio (orario 08.30-12.30 dal lunedì al venerdì) presso la sede Fipe di Via Roma 28. Il ritiro potrà essere effettuato da qualsiasi titolare (o suo delegato) di bar o ristorante, anche non associato Fipe. Potrà però essere rilasciato un solo kit per pubblico esercizio.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bar e ristoranti protagonisti del rispetto dell'ambiente, in distribuzione kit di raccolta differenziata

TriestePrima è in caricamento