rotate-mobile
Cronaca

«Dipendenti comunali: eventuali infrazioni da punire, ma non attacchi generalizzati»

Lo rileva in una nota il consigliere comunale di Forza Italia Everest Bertoli che chiede le dimissioni dell'assessore Martini

«Se Cosolini ha riscontrato comportamenti censurabili da parte di alcuni dipendenti deve segnalarli e sanzionarli come previsto dalle leggi e contratti di lavoro, ma non può in nessun caso scaricare le carenze, generate da esponenti politici che continuano ad attuare una insufficiente programmazione amministrativa, sui dipendenti comunali». A rilevarlo in una nota il consigliere comunale di Forza Italia Everest Bertoli

«E' ora di smetterla - continua Bertoli - con gli attacchi generalizzati ai dipendenti del Comune di Trieste. Se un dipendente commette un’infrazione il dirigente proceda pure con la contestazione e si assuma le sue responsabilità come, del resto, avviene in tutti i luoghi di lavoro normali, ma a nessuno è consentito di formulare richiami collettivi».

Il  consigliere comunale conclude spiegando che «In tal modo le ire del Sindaco si rivolgono ai dipendenti comunali e nessuno chiede riscontro a chi ha la responsabilità politica di far funzionare l’intera macchina amministrativa che è fatta di sedi, mezzi, strumenti, persone» 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Dipendenti comunali: eventuali infrazioni da punire, ma non attacchi generalizzati»

TriestePrima è in caricamento