rotate-mobile
Sabato, 4 Dicembre 2021
Cronaca

Dipendenti Coop: «Ai nostri concittadini chiediamo solidarietà e attenzione»

Lettera dei dipendenti delle cooperative alle cittadinanza «condividiamo con chi ha depositato i propri risparmi alle Coop apprensione per blocco dei fondi e temporanea impossibilità di avere i nostri soldi»

«Lo scorso 17 ottobre il tribunale di Trieste ha chiesto il fallimento delle Cooperative Operaie. In poche ore il nostro mondo è crollato: il rischio di perdere il posto di lavoro si è fatto improvvisamente concreto. Poiché un gran numero di dipendenti è anche socio e prestatore, condividiamo con chi ha depositato i propri risparmi alle Cooperative Operaie l' apprensione per il blocco dei fondi e la temporanea impossibilità di avere i nostri soldi». E co questa parole che inizia una lettere firmata dai dipendenti delle Cooperative Operaie

«Nonostante lo shock e la preoccupazione - continua la nota - abbiamo continuato a fare il nostro lavoro, pur consapevoli come dipendenti di non avere responsabilità e di essere, anzi, i primi a subirne gli effetti (solo pochi mesi fa abbiamo accettato la riduzione dello stipendio con l’obiettivo di dare il nostro contributo a migliorare i conti della Cooperativa). Ai nostri concittadini, che assistono con stupore e indignazione a questa difficile crisi, chiediamo solidarietà e attenzione, perché oltre mille famiglie – quelle dei dipendenti e quelle dell’indotto – vivono con grande preoccupazione questo periodo».

«Ringraziamo soci e clienti -  viene infine sottolineato . che, continuando a fare la spesa da noi in questo momento così importante per il nostro futuro, ci aiutano ad affrontare con maggior forza il piano di salvataggio in atto dandoci la speranza di salvaguardare  i nostri posti di lavoro».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dipendenti Coop: «Ai nostri concittadini chiediamo solidarietà e attenzione»

TriestePrima è in caricamento