Cronaca

Dipiazza incontra il sindaco di Lubiana: «Grande amicizia, collaborazioni sempre più profonde»

Ribaditi i forti vincoli di amicizia e collaborazione tra trieste e la capitale slovena. Poste le basi per realizzare insieme un progetto europeo di valorizzazione turistica e culturale tra Trieste, Lubiana e Venezia

Una delegazione del Comune di Trieste, guidata dal sindaco Roberto Dipiazza, ha incontrato ieri pomeriggio a Lubiana il sindaco della capitale Slovena Zoran Jankovic. Nel corso del cordiale incontro - presenti anche gli assessori al Turismo Maurizio Bucci e ai Teatri Serena Tonel - sono stati ribaditi e confermati i profondi vincoli di amicizia e collaborazione tra le due città, legate da un proficuo accordo di collaborazione siglato da Dipiazza e Jankovic già nel febbraio del 2008.

Nel corso della riunione - alla quale sono intervenuti anche l'on. Emanuele Prataviera, l'ex ministro Tina Komel, le direttrici dell'Agenzia per il Turismo di Lubiana Petra Stusek e dell'Ufficio Cultura Mateja Demsic e la responsabile degli Affari internazionali Emina Lakota- è stata presentata una bozza di lavoro per  realizzare un progetto strategico di valorizzazione del turismo tra le città di Trieste, Lubiana e Venezia nell'ambito del Programma Interreg V-A Italia-Slovenia 2014-2020.

La proposta di progetto strategico evidenzia le future tendenze del settore, con una crescita molto importante, secondo le stime OMT delle Nazioni Unite, che prevedono un numero di turisti internazionali in Europa crescente di un tasso annuo medio del 3,3% fino al 2030. In quest'ottica, l'area Nordadriatica, con il territorio metropolitano di Venezia e  le aree a est tra il Friuli Venezia Giulia con Trieste e la Slovenia con Lubiana, costituisce un “unicum” di grande interesse rappresentativo delle più eccellenti e diversificate offerte turistiche. Si va infatti dalle città d'arte al mare, dalla montagna alle aree rurali, in un'offerta di adeguate opportunità e nuove tendenze turistiche, che guardano sempre più a esperienze di livello e qualità, con soluzioni e risposte che devono essere sempre più avanzate e funzionali e alle nuove esigenze. Da qui l'obiettivo e la proposta concreta di puntare insieme al Programma Interreg V-A Italia-Slovenia che, con una dotazione complessiva di circa 91,6 milioni di euro, punta a sostenere una strategia di crescita intelligente, sostenibile e inclusiva come previsto dagli obiettivi di Europa 2020; investendo proprio sulla crescita e l'innovazione, sulla qualità della vita, la sostenibilità ambientale e l'efficienza della pubblica amministrazione. Il principio ispiratore della proposta  è quindi che proprio le aree urbane e metropolitane di Trieste, Lubiana e Venezia, in quanto destinazioni più note e strutturate dell'area, puntino ad assumere un ruolo di regia, promozione e innovazione, operando e supportando i sistemi di governance nel settore turistico. Tutto ciò in un costruttivo confronto tra i diversi modelli adottati e i diversi sistemi istituzionali, cercando di arrivare anche a una strategia e a una promozione congiunta, in grado di attrarre turismo responsabile, con positive ricadute per l'intera area.

Ricordando la profonda amicizia e collaborazione con il sindaco Zoran Jankovic (il primo Protocollo d'intesa tra Trieste e Lubiana è stato sottoscritto da Dipiazza nel febbraio del 2008 al Revoltella n.d.r.) nonché le tante altre occasioni d'incontro, come ad esempio la rappresentazione al Teatro Verdi di Necropoli dal libro di Boris Pahor e il concerto dei tre Presidenti con il maestro Muti in piazza Unità d'Italia, il sindaco Roberto Dipiazza ha espresso viva soddisfazione per “un ritrovarsi come sindaci e  da amici, impegnati, come sempre,  per una buona amministrazione, capaci di guardare anche alle nuove opportunità di progettualità offerte  dall'Unione europea, per garantire servizi migliori ai cittadini e alle nostre  rispettive comunità”. Dipiazza ha voluto complimentarsi ancora con Jankovic per la bellezza di Lubiana “capitale europea della mobilità e del verde”.

Jankovic ha abbracciato l'amico sindaco Dipiazza, ringraziandolo per le parole di stima e apprezzamento, confermando la massima disponibilità a lavorare e approfondire ancora insieme temi e problematiche di comune interesse, per continuare e rafforzare quella costruttiva e operativa collaborazione che lega e accomuna Lubiana e Trieste.

“Quest'incontro -ha spiegato l'assessore al Turismo Maurizio Bucci- è un esempio concreto di operatività su un progetto europeo di altro livello che coinvolge Trieste con una capitale europea come Lubiana e con la città più bella del mondo, ovvero Venezia. Un progetto di qualità per la promozione di un'area vasta profondamente mitteleuropea”. Ricordando il ruolo cardine svolto dal teatro e più in generale dalla cultura nel processo di crescita dei popoli,  viva soddisfazione è stata espressa  anche dall'assessore Serena Tonel: “questi nuovi ponti, che uniranno Trieste e Lubiana -ha detto- siano di auspicio per un avvenire sempre più di pace, cooperazione e sviluppo”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dipiazza incontra il sindaco di Lubiana: «Grande amicizia, collaborazioni sempre più profonde»

TriestePrima è in caricamento