La polemica / Barriera Vecchia - Città Vecchia / Piazza Unità d'Italia

Dipiazza: "Tgr3 regione, bel covo di sinistri"

Dopo il post su Facebook del sindaco, intervengono il coordinamento dei Cdr del Tgr e il comitato di redazione, esprimendo "sconcerto per l'attacco via social del primo cittadino”

TRIESTE - "Questa sera sono a casa xche ho la febbre così ho guardata il Tg 3 regione. Conclusione:bel covo di sinistri", così scrive il sindaco Roberto Dipiazza in un post su Facebook nella serata di giovedì 13 giugno. Intervengono con una nota il coordinamento dei Cdr del Tgr e il comitato di redazione di lingua italiana della Tgr Rai Fvg, esprimendo "sconcerto per l'attacco via social del primo cittadino. Pur non mancando di constatare che il Sindaco Dipiazza è tra le centinaia di migliaia di spettatori che ogni giorno scelgono il "Tg3 regione" (che, peraltro, dal 2002 si chiama Tgr) per informarsi sul territorio". Nella nota si menzionano "le punte di share di oltre il 50% (dati della Direzione Marketing RAI) collocano l'edizione del Friuli-Venezia Giulia tra i più seguiti telegiornali a livello nazionale: e questo, per la redazione, è il più bel riconoscimento alla qualità del lavoro che svolge. Qualità che, nel giornalismo, è da sempre sinonimo di imparzialità e correttezza".

"Ipotizziamo - continuano i giornalisti - che a risultare sgradito al primo cittadino sia stato il servizio in cui sono state riportate le parole del Vescovo di Trieste, mons. Trevisi, in merito allo sgombero dei migranti dal Silos di via Gioia. Sappia il Sindaco che il ruolo del Servizio Pubblico radiotelevisivo è proprio quello di dar sempre conto ai cittadini di tutte le posizioni, anche di quelle che possono non piacere – specie quando queste provengono da figure d’alto profilo istituzionale e morale".

Il comunicato esprime "rammarico" e sostiene che "si è trattato del secondo attacco alla Redazione del Friuli Venezia Giulia nel giro di poche settimane. Le critiche sono il sale della democrazia, e ben vengano; ma additare i singoli alla pubblica gogna – come già successo il mese scorso – questo no, è un comportamento intollerabile. Tanto più quando ciò viene fatto da chi, come il Sindaco, ricopre una carica pubblica. Quel che è certo è che i giornalisti della Tgr Friuli-Venezia Giulia continueranno il loro lavoro come ogni giorno, per informare i cittadini in maniera obiettiva e imparziale".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dipiazza: "Tgr3 regione, bel covo di sinistri"
TriestePrima è in caricamento