Cronaca

Disabile cade davanti casa e «aspetta 30 minuti il 118»: l'indignazione di chi guarda dalla finestra

La "solita" foto postata in un gruppo Facebook ha generato un'animata discussione tra cittadini indignati per l'attesa ritenuta eccessiva e chi rimarca il fatto che nessuno sia andato ad aiutare la persona a terra

«Un mio vicino se caduto per terra dalla sedia rotelle, è senza una gamba. Ho chiamato 118 dopo due chiamate e mille domande stupide, sono arrivati dopo 35 minuti. Che vergogna in che mondo stiamo vivendo». «In un mondo dove se posta la foto de una persona che ga bisogno de aiuto invece de andar a iutarlo».

Questo il post e uno dei tanti commenti pubblicati ieri sera nel gruppo Facebook di riferimento a Trieste, Te son de Trieste se......: il primo messaggio descrive la foto pubblicata, ossia l'intervento del personale del 118 giunto in soccorso di un uomo, invalido, caduto dalla sedia a rotelle nel tentativo di entrare nel portone di casa, come spiega la stessa utente che ha chiamato il 112; utente però subito criticata per il suo atteggiamento, non solo da uno dei soccorritori, ma anche da altre persone che sottolineano l'inappropriatezza e anche la deriva sociale che ha preso l'utilizzo del social network per denunciare e criticare, dimenticandosi poi che aiutare il povero uomo avrebbe voluto dire anche fargli compagnia in attesa dei soccorsi e non assistere dalla finestra alla scena. 

Chi ha scattato e pubblicato la foto poi si è giustificata dicendo che l'operatrice del 112 le aveva detto di non toccare la persona a terra «ma nessuno ti ha vietato di fargli compagnia», hanno subito replicato gli utenti. Per fortuna comunque l'uomo non ha subito ferite e il personale del 118 giunto sul posto, dopo un controllo delle condizioni, lo ha accompagnato al proprio appartamento. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Disabile cade davanti casa e «aspetta 30 minuti il 118»: l'indignazione di chi guarda dalla finestra

TriestePrima è in caricamento