Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Disabilità, Kyenge (PD) in visita all'AIAS: "L'Europa unisce le diversità" (VIDEO)

In visita a Trieste all'Associazione Italiana Assistenza Spastici l'europarlamentare ha parlato di disabilità e inclusione sociale

 

“Io sono per una società plurale, aperta, coesa, dove le diversità sono parte integrante dell'unione europea”. Lo ha detto Cécile Kyenge, candidata alle prossime elezioni europee per la circoscrizione Nord Est, nella sua visita all'AIAS Trieste (Associazione Italiana Assistenza Spastici). Nell'incontro l'ex ministro per l'integrazione e già europarlamentare con il Partito Democratico ha incontrato il direttivo dell'associazione ascoltando le domande e le istanze delle famiglie che ogni giorno si prendono cura di un componente affetto da disabilità. “Il motto dell'UE – ha dichiarato Kyenge - è quello di essere uniti nella diversità ed è importante unire tutte le pluralità e rafforzare le persone lavorando sulla resilienza per parlare di un Europa unita dal basso: l'Europa dei popoli”. 

AIAS: "Incontro Positivo"

“Un incontro positivo, sensato e serio – ha commentato la presidente dell'AIAS di Trieste Claudia Marsillio -, in cui l'onorevole ha ascoltato con attenzione tutte le nostre esigenze, con grande sensibilità per la nostra situazione. La nostra speranza è quella di portare i nostri problemi a livello europeo.

L'associazione

AIAS Trieste, attiva anche a livello nazionale, è un'associazione composta da familiari con disabilità gravi e si occupa di disabilità a tutto campo, non riferita a patologie specifiche: “Siamo aperti a tutti perché trattiamo la persona e non la patologia – ha dichiarato Marsillio -,  collaboriamo con l'Azienda Sanitaria, facciamo parte del forum per la disabilità permanente istituito dall'ASUITS e facciamo parte della CTD, la consulta territoriale per la disabilità, in un continuo confronto con la Regione. Non siamo solo attivi a livello istituzionale, aiutiamo soprattutto le famiglie che vivonno questi problemi tramite varie attività: shiatsu, attività motoria, incontri informativi e formativi”.

Potrebbe Interessarti

Torna su
TriestePrima è in caricamento