menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La zona di malga Lussari dove non distante sono stati visti passare i due triestini

La zona di malga Lussari dove non distante sono stati visti passare i due triestini

Scomparsi sul Lussari, i due triestini visti da una fototrappola

La conferma arriva dal Soccorso Alpino e Speleologico. Le schede sono state visionate subito dopo le 16 ed è emerso il passaggio dei due escursionisti e quello di uno dei due cani. Le tracce di scivolate sulla neve verso alcuni canaloni. Le ricerche vanno avanti

I due escursionisti triestini scomparsi in zona Lussari da martedì sono stati visti da una fototrappola nei pressi della traccia nera di sentiero che collega a mezza costa Sella Prasnig a malga Lussari. La conferma arriva dal Soccorso Alpino e Speleologico pochi minuti fa. La coppia si era recata in montagna per un'escursione e avevano detto che sarebbero tornati al lavoro a Trieste. 

Tracce di scivolate sulla neve

Vicino alla fototrappola sono stati individuati anche delle tracce di scivolate sulla neve che vanno in direzione dei canaloni sottostanti. “Le ricerche continuano – riporta il SAS - finché sarà possibile, nonostante il buio, il nevischio insistente, le nuvole basse e la presenza del ghiaccio al suolo. I soccorritori continuano a cercare”.  La zona è quella del versante est di cima del Cacciatore, tra i 1500 e i 1600 metri sul livello del mare, in direzione della valle di Riofreddo, dove già questa mattina erano state notate tracce di passaggio e dove sono stati effettuati sopralluoghi dall'alto con l'elicottero della Protezione Civile.

La mappa dell'area

La registrazione delle fototrappole

Proprio in questa zona sono posizionate alcune fototrappole. Le schede sono state visionate subito dopo le 16 ed è emerso il passaggio dei due escursionisti - mediante il riconoscimento dei loro parenti, presenti sul posto alla base operativa del Soccorso Alpino e Speleologico - e il passaggio di uno dei due cani. “I due escursionisti – si legge nella nota - si vedono passare solamente una volta e in una direzione, quella che va verso Malga Lussari, mentre il passaggio del cane avviene più volte avanti e indietro”.

I cani continuano ad abbaiare in direzione dei canaloni

Questo pomeriggio erano stati ritrovati i due cani di piccola taglia anche se nonostante i tentativi di avvicinamento non sono stati recuperati. Sono infatti scappati e si sono diretti nei pressi della traccia nera, sul versante di Cima del Cacciatore che guarda alla valle di Riofreddo. I cani hanno continuato ad abbaiare in quella direzione. Il versante è caratterizzato da pendii ripidi e attraversato da canali. Proprio qui, in un'ulteriore perlustrazione, i soccorritori hanno individuato tracce di scivolate sulla neve che vanno in direzione dei canaloni sottostanti.

I dispersi

Mancano all'appello due persone di Trieste, un uomo M. (nome) G. (cognome) del 1977 e una donna J. (nome) B. (cognome), del 1983 . I due avevano riferito ai familiari di andare a fare una escursione martedì 11 dicembre nella zona del Monte Lussari, ma mercoledì 12 dicembre non sono rientrati al lavoro. Le ricerche sono partite nel tardo pomeriggio di mercoledì. L'automobile, una BMW nera, è stata individuata in località Valbruna ai Prati Oitzinger, da dove parte una pista forestale che conduce al Monte Lussari. 

Scomparsi due triestini sul monte Lussari, la notizia

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Fondo Ambiente Italiano: eletto il luogo più bello d'Italia

social

'Enoteche d'Italia': la guida del Gambero Rosso premia anche Trieste

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento