menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Triestini dispersi sul Lussari, la mappa della zona

Per recarsi al santuario le tracce dei sentieri sono diverse. La giovane coppia, la cui macchina è stata ritrovata, sarebbe partita dalla località Prati di Oitzinger (Valbruna). Da qui parte la pista forestale in direzione della cima. Nelle ricerche anche un cane molecolare

Due giovani triestini sono dispersi nell'area del monte Lussari da oltre 24 ore. L'allarme è scattato tra ieri sera e questa mattina quando sono iniziate le ricerche di M.G. del 1977 e di J.B. del 1983. La coppia ha lasciato la macchina parcheggiata nei pressi di Valbruna, in località Prati di Oitzinger. Da qui, presumibilmente avrebbero preso la pista forestale che conduce in direzione della cima. Tuttavia, la zona del monte Lussari rappresenta un vero e proprio dedalo di sentieri. Per raggiungere la vetta, posta a 1790 metri sul livello del mare, si possono prendere diverse tracce. Dal versante nord, vale a dire da Camporosso, si incrocia il sentiero del pellegrino che storicamente conduce gli uomini di fede in cima. 

La traccia da Valbruna

Dai prati di Oitzinger (punto dove è stata ritrovata la BMW dei due triestini dispersi da oltre 24 ore) si sale lungo il sentiero tracciato in rosso nella cartina all'interno dell'articolo. Teoricamente avrebbero potuto salire lungo questa traccia ma al momento non ci sono conferme. Questa mattina una signora di origine austriaca avrebbe sentito dei cani abbaiare ma niente lascia presupporre fossero i cani della giovane coppia.  

Scomparsi due triestini sul monte Lussari, leggi la notizia

Le ricerche

Le ricerche nel frattempo stanno continuando. Sono impegnati gli uomini del Soccorso Alpino e Speleologico di Cave del Predil, la Guardia di Finanza e i Vigili del Fuoco, oltre all'elicottero della Protezione Civile alzatosi in volo da Tolmezzo questa mattina. Si stanno battendo anche tutti i ricoveri per capire se i due escursionisti hanno deciso di passare la notte in un posto riparato e non all'aperto. Negli ultimi giorni infatti le temperature in zona sono scese fino a oltre 10 gradi sotto lo zero. Si sta impiegando anche un cane molecolare, che dopo aver annusato un campione, si mette alla ricerca dei dispersi. I cani molecolari infatti sono dotati di un olfatto speciale, in grado di seguire una traccia umana anche dopo molti giorni dalla scomparsa.  

Lussari 2 -2-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Fondo Ambiente Italiano: eletto il luogo più bello d'Italia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento